Giudice di Pace: Paradisi, "Scongiurata la paralisi ma la soluzione giusta è un’altra"

roberto paradisi 2' di lettura Senigallia 12/07/2019 - Fumata grigia per il Giudice di Pace. Dopo la mozione presentata dal sottoscritto e dai colleghi Luigi Rebecchini ed Alan Canestrari approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale, qualcosa si è mosso per risolvere l’emergenza personale negli uffici del Giudice di Pace.

Ma la soluzione prospettata dall’Amministrazione comunale (di cui apprezzo lo sforzo) non è quella giusta. Per sostituire il funzionario in organico collocato a riposo (già il personale di cancelleria a Senigallia risultava sotto organico), l’Amministrazione ha individuato un nuovo funzionario di livello “D”. In pratica avviando alla formazione un dipendente che non riveste la qualifica per sopperire al ruolo in organico vacante di “funzionario giudiziario” per cui sarebbe necessario un livello in più.

Nella pratica, ciò comporterà il perdurare di un disservizio degli uffici che non potranno svolgere tutte le funzioni in capo agli uffici del Giudice di Pace. Si pensi solo alla impossibilità (per cui gli utenti dovranno continuare ad Andare presso il Tribunale di Ancona) di far asseverare perizie a Senigallia. Ma altri sono i servizi di cancelleria che non potranno essere erogati. Scongiurata pertanto l’ipotesi di “paralisi” dell’ufficio giudiziario resta il problema di un servizio territoriale fondamentale che viaggia con due marce in meno creando comunque disagi all’utenza. Sembra francamente inverosimile che, tra i funzionari dei Comuni di Senigallia, Barbara, Castel Colonna, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Monterado, Ostra, Ostra Vetere, Ripe non ve ne sia uno con caratteristiche idonee a ricoprire il ruolo vacante.

L’impressione peraltro è che i Comuni limitrofi abbiano troppo scaricato il peso delle responsabilità su Senigallia e questo non risponde alle esigenze della cittadinanza del comprensorio che pur usufruisce del presidio fondamentale di giustizia. Chiederò pertanto al sindaco Mangialardi un ulteriore sforzo per rendere operativo al 100% un ufficio giudiziario a cui non possiamo e non dobbiamo rinunciare.


da Roberto Paradisi
Consigliere Comunale Unione Civica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2019 alle 09:39 sul giornale del 13 luglio 2019 - 1351 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, Unione Civica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9yR