Filottrano: nasce il premio "Orgoglio delle Marche"

2' di lettura Senigallia 26/06/2019 - L'appuntamento, ideato dallo stilista e sarto filottranese Luca Paolorossi, è per sabato 29 giugno alle 21,15. Tra i premiati della prima edizione: Roberto Mancini, Carlotta Maggiorana e il duo del Doppiatore Marchigiano.

Tributare un riconoscimento ai personaggi del territorio che portano alto il nome delle Marche in Italia e nel mondo. Questo l’obiettivo che è nata la prima edizione del Premio Villa Gentiloni – “Orgoglio delle Marche”.

L’appuntamento, ideato dallo stilista e sarto filottranese Luca Paolorossi, è per sabato 29 giugno a Villa Gentiloni di Filottrano. La serata è promossa dall’associazione Octo Club di Filottrano ed ha il patrocinio del Comune. La serata si apre alle 21,15 con l’esibizione del Complesso di Fiati Città di Filottrano, con il brano “Trombe d’argento”, scritto dal nobile e musicista italiano Domenico Silverj Gentiloni. La melodia ancora oggi viene suonata all’ingresso del Papa nella navata centrale della Basilica di San Pietro. Direttore artistico Gianluca Sartori, il soprano Cinzia Dominguez, il baritono Rodriguez Jorge Tello, Tangheri Sergio Sarnari & Emma Lucidi. Il concerto proseguirà con brani classici, lirici, jazz e pop.
«La mia intenzione – spiega Luca Paolorossi – è quella di dare il giusto e doveroso riconoscimento al talento di questi personaggi che portano alto il vessillo delle Marche, facendo conoscere un territorio ricco di grande storia, tradizione, cultura e capacità di saper fare».

A seguire, la premiazione, condotta in tandem da Chiara Giallonardo di Rai Uno e Maurizio Socci di ÈTv. L’evento sarà trasmesso in diretta su Radio Linea.

I PREMIATI

A ricevere il riconoscimento saranno l’allenatore della nazionale di calcio e già calciatore, lo jesino Roberto Mancini, Miss Italia 2018 Carlotta Maggiorana nativa di Montegiorgio, la contessa recanatese Olimpia Leopardi nipote del celebre poeta Giacomo Leopardi, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Rodolfo Giampieri (Ancona), il duo satirico tolentinate del Doppiatore Marchigiano composto da Riccardo Lombardelli e Alberto Barabucci, l’imprenditore anconetano Claudio Ceresi inventore della robotica in Italia e distributore tramite Emac di Ekso l’esoscheletro robotico per uso medicale, e infine l’imprenditore di origine veneta Mauro Canil, oggi stabilitosi a Matelica e proprietario della squadra di calcio Acotel di Matelica.
Ai premiati sarà consegnato l’emblema della storia di Villa Gentiloni: la riproduzione di un concio raffigurante una croce. Il blocco di pietra, che faceva parte di un arco, è stato rinvenuto nella cantina della dimora, dove un tempo sorgeva un convento di frati. Un simbolo che testimonia un passato ricco di storia che sarà riprodotto su plexiglass di colore rosso Filottrano dalla Vesta di Castelfidardo.

A chiudere la serata lo chef Marco Braconi, già titolare del ristorante Le Azalee di Numana e proprietario, insieme alla sorella Romina, del ristorante Braque di Sirolo, che preparerà un finger-food di saluto accompagnato da drink.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2019 alle 23:50 sul giornale del 27 giugno 2019 - 1041 letture

In questo articolo si parla di attualità, filottrano





logoEV
logoEV