Calcio a 5, Serie D: il Ciarnin supera il Casine all'ultimo respiro e vola in finale

3' di lettura Senigallia 26/05/2019 - La semifinale playoff del Girone B di Serie D tra Ciarnin e Casine si preannunciava equilibratissima ed aperta ad ogni possibile finale: la gara non ha tradito le attese, e il campo al termine dei 60' ha premiato i gialloblu, che con un gol a 15 secondi dallo scadere hanno conquistato un posto nell'ultimo atto della stagione.

Con Romanucci ancora non al meglio, il Ciarnin si schiera con Tarsi tra i pali, Bolognesi al centro, Galli e Raco sugli esterni e capitan Valenti di punta. Risponde il Casine con l'ottimo Fossi in porta, Sebastianelli a protezione e in avanti l'artiglieria pesante Sdogati-Conti-Marabese tutta insieme dal 1'. I padroni di casa provano a chiudere gli avversari nella propria metà campo, ma gli ospiti reggono e si rivelano più che pericolosi sulle ripartenze, con Tarsi che viene graziato in un paio di occasioni. Quando il Ciarnin sembra poter passare, ecco arrivare il vantaggio ospite, sugli sviluppi di un corner mal difeso dai gialloblu. La squadra di Ravoni non si scompone e trova velocemente il pari, sfruttando un gran lavoro del subentrato Giambartolomei, che si libera del diretto avversario sull'out di destra e mette un pallone potente sul secondo palo, corretto in rete grazie al preciso inserimento di Brunetti, gol che manda le squadre a riposo sul pari. Nella ripresa è ancora il Ciarnin a passare: Valenti raccoglie una palla vagante sulla trequarti avversaria, punta Fossi e lo fredda con un preciso destro all'angolino, facendo impazzire i tanti tifosi giunti al Seminario.

Arriva a stretto giro di posta anche la rete del doppio vantaggio, una vera e propria prodezza di Giorgio Raco, in quale ipnotizza il diretto marcatore e da posizione defilata scarica un potente mancino che vale il 3-1 casalingo. Il Casine però non esce dalla gara, anzi, e a metà ripresa sfrutta un'indecisione dei gialloblu sulla propria trequarti dimezzando lo svantaggio. Il Ciarnin avrebbe l'occasione per allungare di nuovo, ma le conclusioni di Romanucci e Galli si stampano per ben due volte all'incrocio dei pali; è così il Casine a trovare la rete che significa 3-3, grazie a un pregevole colpo di tacco da dentro l'area da parte di capitan Marabese. Le squadre si fanno più guardinghe con lo spettro dei supplementari ormai vicino, serve la lucida follia di Galli per far pendere la bilancia ancora una volta dalla parte del Ciarnin: il numero 14 spezza in due il Casine involandosi sulla fascia sinistra, saltando netto il diretto marcatore con un tunnel e servendo al centro Valenti, il quale col mancino di prima fissa definitivamente il risultato sul 4-3 e fa esplodere il Seminario.

Superato un Casine mai domo e al quale va riconosciuto l'onore delle armi, il Ciarnin conquista la terza finale playoff della sua storia, la seconda consecutiva con mister Ravoni in panchina. Venerdì sera, in casa del Real San Costanzo (che ha avuto la meglio sul Montemarciano nei supplementari), l'ultimo scoglio verso il sogno promozione.






Questo è un editoriale pubblicato il 26-05-2019 alle 09:54 sul giornale del 27 maggio 2019 - 382 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio a 5, editoriale, ciarnin di senigallia, A.S.D. Ciarnin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7UC





logoEV
logoEV