Barbara: verso le elezioni, intervista al candidato unico a sindaco Riccardo Pasqualini

2' di lettura 23/05/2019 - Riccardo Pasqualini, 61 anni, tecnico informatico, è l'unico candidato sindaco in corsa alle amministrative. Per lui però la sfida è doppia. Per scongiurare il Commissariamento del Comune, dovranno andare a votare il 50% più 1 degli elettori e la lista “Viva Barbara Viva” dovrà ottenere il 50% più 1 dei voti.

In pratica dovranno votare 550 elettori e di questi 275 devono votare per Pasqualini. In lista ci sono come consiglieri comunali Massimo Chiù, Tiziano Verri, Milena Panza, Debora Raffaeli, Paolo Monnati, Alberto Cingolani, Silvano Gabrielli.

E' l'unico candidato sindaco, sembra facile ma invece la sfida elettorale è difficile...
“Sì perchè per evitare il Commissariamento dobbiamo portare alle urne almeno la metà degli elettori e di questi almeno la metà deve votare correttamente per noi. Stiamo insistendo molto su questo per far capire ai cittadini come sia fondamentale votare”.

Candidandosi si è assunto anche una bella responsabilità..
“Eh già! Amo il mio paese, mi piace impegnarmi per Barbara e l'ho sempre fatto da cittadino partecipando ad associazioni e iniziative. Ora ho la possibilità di farlo in modo ufficiale e di incidere in modo efficace e dunque, quando mi hanno proposto la candidatura, ho detto sì”.

Quali sono i punti forti del suo programma?
“La mia candidatura rappresenta in parte la continuità e in parte l'innovazione. Cercheremo con tutte le nostre forze di rivitalizzare il paese creando opportunità economiche e occasioni si svago e tempo libero. Puntiamo a realizzare anche un polo agroalimentare, dato che nel territorio ci sono due grandi aziende internazionali, che sia il traino anche per il turismo e l'economia locale. Vogliamo creare movimento e portare gente e flussi turistici. Non secondario poi è il recupero del centro storico che consoliderebbe quel circuito virtuoso tra aumento della popolazione e nuovo slancio economico. Poi naturalmente non dimentichiamo l'attenzione al sociale, ai giovani e alla cultura con la salvaguardia delle scuole nonostante il calo delle nascite e cura dell'ambiente con il Parco e le Cascate sul fiume Nevola”

Quale sarà il suo primo atto se sarà eletto?
“Il recupero delle scalette tra il paese basso e il paese alto e la programmazione per il 2020 di eventi cadenzati ogni due mesi per tutto l'anno”.

La lista "Viva Barbara Viva" è composta anche dai candidati consiglieri Massimo Chiù, Tiziano Verri, Milena Panza, Debora Raffaeli, Paolo Monnati, Alberto Cingolani, Silvano Gabrielli.








Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2019 alle 08:24 sul giornale del 24 maggio 2019 - 1664 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, barbara, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7LW