Le “Terre di Frattula”, una interessante idea di turismo esperienziale al "Panzini"

3' di lettura Senigallia 20/05/2019 - Il progetto ”Il Percorso dei Sensi nelle Terre di Frattula” è un’idea di turismo esperienziale che gli studenti della 4^ B Tecnico Turistico/Sportivo, 4^ B Dolciaria e 3^ B Cucina dell’IIS Panzini di Senigallia hanno avuto modo di presentare ad un parterre d’eccezione.

Il progetto finale, redatto dai ragazzi nell’ambito dell’attività Scuola – Lavoro, è stato infatti illustrato nel corso di un incontro che si è tenuto presso la “Sala degli Incontri” al cospetto del Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, del Console provinciale dei Maestri del Lavoro, Mario Malatesta, del Console emerito dei Maestri del Lavoro, Iridio Mazzucchelli, ed inoltre del dottor Gianluca Goffi, docente Università di Bolzano, dottor Giovanni Dini, Direttore Centro Studi Sistema CNA Marche, prof. Ilario Favaretto, docente Università di Urbino.

L’obiettivo del progetto è quello di consentire la riscoperta e la valorizzazione di un territorio come quello delle Terre di Frattula, di antica importanza e ricco di eccellenze, ma ancora troppo poco conosciuto. Per questo fa leva soprattutto su una proposta immersiva e inclusiva, eco-sostenibile, attenta alle tradizioni della locale comunità. Attraverso la narrazione delle eccellenze nostrane e il pieno coinvolgimento sensoriale, il patrimonio di natura, arte, cultura, buon vivere e cibo genuino viene così adeguatamente esaltato e l’offerta turistica, confezionata in maniera rispettosa e innovativa, risulta capace di soddisfare le nuove tendenze esplorative dei viaggiatori.

L’elaborato ha riscosso unanime apprezzamento e il Sindaco ha spronato gli studenti ad approfondire i temi esposti mentre il Console provinciale dei MDL ha sottolineato come Le Terre di Frattula si prestino meravigliosamente al raggiungimento degli obiettivi del Progetto grazie al proprio orizzonte completo, in grado di proporre un’offerta turistica emozionale, relazionale, ricca di identità rievocata in perfetta sinergia. Inoltre gli studenti dei tre corsi sono stati incentivati ad avvalersi sempre più dei moderni mezzi multimediali per diffondere l’idea, frutto delle nozioni acquisite nel loro percorso di apprendimento scolastico.

La serata si è conclusa con una cena conviviale a tema “Erbe spontanee tra gusto e salute” durante la quale si è voluto riproporre la “Poesia del silenzio”, la lettura di alcune poesie di autori locali accompagnate da straordinaria musica. Un evento che, fino a qualche anno fa avveniva sulla collina di Montedoro sotto la luce delle stelle. Nell’occasione il Console provinciale dei Maestri del Lavoro ha provveduto a consegnare all’Istituto un contributo per la formazione didattica. Inoltre è intervenuto Nino Roncarati, titolare del Mulino produttore del fragrante “pane di Frattula”, connubio di tradizione ed innovazione, che ,riportando la sua esperienza di vita e lavorativa, ha contribuito a motivare gli studenti nel loro percorso scolastico.

Per la sua realizzazione, il progetto si è avvalso di molteplici quanto preziose collaborazioni. Sono stati ringraziati gli studenti di tutte le classi coinvolte che hanno profuso impegno e conoscenze fin qui assimilate, garantendo l’apporto di valore aggiunto di grande importanza. Un sentito grazie è andato anche al Preside Sergio Lombardi, alla coordinatrice prof.ssa Mara Vani, ai docenti Claudio Gasparini, Fabio Mangialardi, Filomena Palomba, Michela Pasqualini che hanno prestato fattiva collaborazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2019 alle 09:55 sul giornale del 21 maggio 2019 - 850 letture

In questo articolo si parla di panzini, scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini, frattula

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7F0





logoEV
logoEV