Il Comitato sull'ospedale: "Continuano le segnalazioni dei cittadini sui disservizi"

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia Senigallia 12/04/2019 - Cari senigalliesi, riportiamo alcune segnalazioni che ci hanno inviato i cittadini per informarvi sulla reale situazione del nostro Ospedale, che per i due competenti di sanità Mangialardi e Volpini è invece ottimale, anzi migliore(!?!?).

TAC MOBILE (carrozzone o stand simil-gastronomico), il primo: “La TAC nella baracca non è un granché. Ieri l'ha fatta mia cognata paziente oncologica. Medici e tecnici nervosi stanchi perché non funziona niente . Per il mancato funzionamento della pompa per il mezzo di contrasto diffusi 30cc al posto dei 110cc programmati. Risultati alterati tac da ripetere entro metà maggio. Intanto siamo angosciati e preoccupati.” C’È VERAMENTE DA PREOCCUPARSI

Denunciano i sindacati ospedalieri: “laTAC mobile è problematica per i pazienti autosufficienti e non a causa una pedana dove inserire la barella INSICURA E CHIARAMENTE NON CONFORME COME ANCORAGGIO. Inoltre il tunnel dove passano i pazienti nel tardo pomeriggio e di notte è SENZA LUCE E IL CARICO DEI PAZIENTI AVVIENE AL BUIO”. Una volta il Sindaco, furioso con l'ASUR dopo il servizio di Striscia disse :"Trattati come una città del Terzo Mondo". Oggi che c’è un apparecchio che non rispetta le leggi Nazionali sulla sicurezza all’interno di una struttura pubblica, ci dica: È CAMBIATO QUALCOSA, SIAMO TUTT’ORECCHI!!

Secondo commento:“Mi è stato riferito che il dott. Ferroni (oculista che mi è stato riferito essere un ottimo dottore), molto probabilmente non verrà più a Senigallia, attualmente veniva due volte al mese, medico del reparto oculistica di Fabriano); inoltre sembra che un pneumologo chiamato da Roma, un buon medico, assunto per 6 mesi, se n'è andato a Rimini perchè assunto con contratto a tempo indeterminato, mentre da noi 6 mesi per 6 mesi. Vi risulta?” CI STIAMO INFORMANDO ma intanto sappiamo che l’Oculistica da noi fa quasi solo cataratte, quelle preferite da Mangialardi che le ritiene sufficienti ma che invece non lo sono per i cittadini i quali NON HANNO IL SERVIZIO IL SABATO E LA DOMENICA e che sono inviati a Fabriano in caso di necessità. MOLTO COMODO, VERO??

Terzo: “Il presidente Ceriscioli si vanta di essere il primo ad aver chiuso reparti che non avevano i requisiti di sicurezza che lui NON ha garantito. quindi è il primo a chiudere i servizi sanitari pubblici: bravo! ma è penultimo nel gradimento tra i presidenti delle Regioni!! Ci sarà una correlazione lineare????? NOI DI CERISCIOLI NON CI FIDIAMO!” Continuano le segnalazioni: “Io per un operazione alla gola sono dovuto andare a Fabriano e sono nel reparto di ginecologia visto che e stato chiuso e le donne di Fabriano che devono partorire devono andare a Gubbio o al nosocomio di Branca”

Altro post“A mio padre avevano prescritto una radiografia dal reparto dentistico, rimandata due volte. Ora il reparto ha riaperto per le prestazioni ma non per la diagnostica che è a Fabriano. Telefono per chiarimenti e raccolgo lamenti di un medico. " Signora è una vergogna ci stanno togliendo tutto!" . E niente bella giornata anche oggi. Esame di mio padre domattina a Chiaravalle.”

CITTADINI IL RISULTATO FINALE È CHE GLI ITALIANI RINUNCIANO A CURARSI !! #PROTESTIAMOFACCIAMOCISENTIRE






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2019 alle 11:51 sul giornale del 13 aprile 2019 - 1230 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6rv