Serra de' Conti: Capsula della Memoria, sarà interrata sabato e riaperta tra 50 anni

25/03/2019 - L’idea di lavorare a “La Capsula della Memoria”, suggerita dall’Amministrazione Comunale al Consiglio Comunale dei Ragazzi, è sembrata dapprima misteriosa e un po’ spiazzante, poi si è accesa la curiosità di quest'ultimi ed è stata accolta con entusiasmo.

L’attività, sul piano didattico, ha coinvolto due classi prime e due seconde della Scuola Secondaria di Serra de’ Conti, portando gli alunni a riflettere - insieme alle loro insegnanti di lettere - su cosa fosse opportuno depositare nel contenitore e su cosa avrebbe fatto loro piacere ritrovare il 30 marzo 2069 (data della riapertura). Il sottotitolo inciso sulla pietra d’inciampo, “Oggetti e sogni per il futuro di Serra de’ Conti”, democraticamente scelto dai membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi, ne riassume il contenuto. Gli allievi hanno infatti deciso di interrarvi i loro “oggetti” più cari e i loro “sogni”.

Tra i primi troviamo cose di uso quotidiano, penne e termometri, che magari tra cinquant’anni saranno superati; articoli di cronaca, che restituiscono uno spaccato sul periodo storico che stiamo vivendo; monete, che forse saranno sostituite da altri sistemi di pagamento; miele, che probabilmente, a causa dell’attuale rischio d’estinzione delle api, diverrà un prodotto raro. Il progetto non si è però limitato ad una raccolta di materiali da sotterrare, ma è divenuto un vero e proprio viaggio interiore, che ha portato gli alunni a guardarsi dentro, ad interrogarsi su cosa desiderino realmente, su quali siano i valori e gli ideali in cui credono e su come immaginano il loro futuro. Gli allievi hanno quindi incluso testi in cui fantasticano sulla scuola ipertecnologica del futuro, scritti in cui descrivono con simpatia la loro vita da adulti di domani, e lettere a se stessi, che leggeranno nel 2069. Non mancano inoltre i ricordi: documenti che attestano l’insediamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi, CD con registrate le ninne nanne cantate dalle mamme e orologi visti al polso dei genitori quando erano bambini.

Oggetti che ritrovare a distanza di cinquant’anni sicuramente provocherà in loro una viva emozione. Anche l'Amministrazione comunale metterà qualcosa nel contenitore: alcune foto storiche di Serra de' Conti, il testo della Costituzione, la bandiera dell'Italia e dell'Europa, una foto dell'attuale Consiglio comunale. Vogliamo infine ringraziare calorosamente tutti coloro che hanno collaborato gratuitamente all'iniziativa, in particolare, Giovanni Rocchetti, Dino Bigelli e Alessandro Luzi. L'appuntamento è quindi per sabato 30 marzo, alle ore 10:30, presso la Scuola "Corrado Cagli" nel campus scolastico comunale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2019 alle 14:24 sul giornale del 26 marzo 2019 - 4187 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5I3





logoEV
logoEV