Gravidanza a termine: ecco le nuove modalità per partorire in ospedale

Senigallia 22/02/2019 - Il Direttore del Dipartimento Materno – Infantile dell’Area Vasta 2 dr. Nelvio Cester comunica le seguenti modalità di invio delle gestanti presso l’ambulatorio “Gravidanza a termine” di Senigallia.

Per quanto riguarda la gravidanza “a basso rischio”, alla 36° settimana telefonare al n. 071 79092173 al mattino nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì per prenotare la presa in carico nell’ambulatorio della gravidanza a termine. In caso di gravidanza “a rischio”, se ne consiglia la presa in carico presso l’ambulatorio dedicato con le seguenti modalità: in caso di urgenza, telefonare al n. 071 79092504; nelle altre ipotesi, inviare un fax al n. 071 79092163 indicando il numero di telefono al quale la paziente può essere contattata.

Qualora si tratti di gravidanza con indicazione al taglio cesareo, alla 34° settimana è necessario telefonare al numero 071 79092173 al mattino di lunedì, mercoledì e venerdì per prenotare la presa in carico, specificando l’indicazione al taglio cesareo. Nel colloquio verrà valutata la possibilità di un parto vaginale in caso di pregresso cesareo. Se l’esame ecografico a 32 settimane riscontra un feto in presentazione podalica, inviare un fax al n. 071 79092508 per programmare il rivolgimento, procedura che si esegue alla 37° settimana in regime di ricovero. Per quanto riguarda l’Ospedale di Jesi, è necessario telefonare dopo aver effettuato l’ecografia del 3° trimestre al numero 0731 534489 al fine di prenotare la preospedalizzazione da effettuare alla 38° settimana.

Se la gestante ha già effettuato un taglio cesareo, deve essere inviata una scheda di segnalazione con i suoi dati e il suo recapito telefonico al fax 0731 534486. Nell’ipotesi di presentazione podalica, è indicato telefonare al n. 0731 534489 a 32 settimane per eventuale moxibustione. Le gestanti che si rivolgeranno all’Ospedale di Gubbio devono prenotare al n. 075 92704568 la visita ostetrica, che si effettuerà alla 38° settimana con impegnativa che prescrive “visita ostetrica di controllo”. Nell’ipotesi di precedente taglio cesareo o di presentazione podalica, telefonare al n. 075 9270467 a 35 settimane.






Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2019 alle 20:19 sul giornale del 23 febbraio 2019 - 1559 letture

In questo articolo si parla di sanità, Area vasta 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4zY





logoEV
logoEV