FORM OFF torna all'Università. Quattro concerti della Filarmonica presso UNIVPM

Senigallia 15/02/2019 - Quattro imperdibili appuntamenti con l'Orchestra Filarmonica delle Marche presso l'Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche in cui la musica incontra la ricerca. Il Rettore Longhi "Musica diversa per uno spazio diverso, una contaminazione digitale"

Quattro imperdibili appuntamenti con l'Orchestra Filarmonica delle Marche presso l'Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche in cui la musica incontra la ricerca. Biglietti agevolati per gli studenti

Ogni incontro contraddistinto da una parola chiava: Heroes, Synthsis, Pressure, Across. La musica della Orchestra Filarmonica delle Marche torna ad esibirsi nell'Aula Magna della Politecnica, con un programma all'altezza della celebrazione del 50esimo anniversario dell'Univpm.

Un rapporto quello tra musica e scienza sempre più stretto e che vede la Politecnica in prima fila nello sviluppo di nuove tecnologie: “Siamo la prima regione per la produzione di strumenti musicali” fa notare il Rettore della Politecnica Sauro Longhi “E la nostra Università continua a parlare di Musica con due corsi dedicati all'ingegneria degli strumenti musicali e alla produzione musicale elettronica. Una Regione la nostra creativa e sensibile alla musica, anche grazie alla presenza di due conservatori di eccellenza nazionale”. Una relazione sottolineata anche dal Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mastro vincenzo, che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione nel palazzo della Regione, sede anche del Form “Questa Cittadella della Cultura, casa anche della Forma, dà anche oggi vita ad un'iniziativa specifica di grande rilievo. Importante portare nell'aula magna dell'Università la musica della Form con prezzi agevolati per gli studenti”.

I concerti, che saranno aperti a tutta la cittadinanza, saranno preceduti da incontri e dialoghi con gli esecutori e esperti. “Orgogliosi di rappresentare questa splendida regione” commenta il Direttore Artistico della Form Fabio Tiberi “Nelle Marche come all'estero. Il 22 e 24 febbraio avremo occasione di esibirci sul palco del Grand Théâtre de Genève per eseguire l'opera “Il Pirata” di Bellini. Bello portare in Europa la nostra musica e anche alla Politecnica. L'Università di Ancona è infatti tra i soci fondatori della Filarmonica con la Regione Marche e l'allora Cooperativa. Abbiamo costruito insieme una vera comunità”.

Un programma quindi di ricerca e contaminazione, pensato appositamente per il pubblico ormai affezionato dell'Aula Magna della Politecnica. “Siamo la colonna sonora delle Marche” conclude il Presidente Pesaresi “Da iniziative come FORM OFF si capisce la direzione in cui vogliamo andare e che ci spinge a proseguire”.

IL PROGRAMMA

Si inizia martedì 26 febbraio con la celeberrima Eroica di Ludwig van Beethoven, diretta da Alessandro Cadario. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana esegue una sinfonia grandiosa, dal fortissimo impatto emotivo, simbolo musicale legato all’epoca napoleonica eppure di grande attualità per i contenuti etici e i valori assoluti espressi, ruotanti attorno all’idea di eroismo e libertà; in programma anche una prima esecuzione assoluta di Mario Totaro.

Il 12 marzo è la volta del progetto Mahler, straordinario compositore che chiude il Romanticismo e apre al Novecento, con la Sinfonia n.5, proposta dalla FORM nella trascrizione per orchestra da camera di Kalus Simon, affidata alla direzione di Manlio Benzi.

Si prosegue giovedì 4 aprile con Pianomania. Sul palco, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana insieme a due acclamati pianisti marchigiani, Gianluca Luisi e Lorenzo Di Bella, tracciano, in forma di piccola-grande antologia, l’evoluzione della scrittura per pianoforte e orchestra con musiche di Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven.

Chiusura il 13 maggio con un affascinante concerto crossover che sottolinea l’unicità della musica al di là delle sue varie forme di classificazione: Musicauna, un tributo al grande cantautore-compositore brasiliano Antônio Carlos Jobim, autore eclettico e sperimentalista dagli interessi musicali che oltrepassano i limiti della bossanova tradizionale, realizzato con la straordinaria partecipazione del più “brasiliano” dei musicisti italiani, il clarinettista Gabriele Mirabassi, e con gli arrangiamenti originali e la direzione di Massimo Morganti. Questo appuntamento segna l’apertura del Your Future Festival, organizzato dall’Università.

Tutti i concerti iniziano alle ore 21. Biglietto unico a 10 euro, per gli studenti 4 euro, in vendita presso la biglietteria dell’Aula Magna il giorno del concerto dalle ore 20.30.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2019 alle 16:59 sul giornale del 16 febbraio 2019 - 424 letture

In questo articolo si parla di università politecnica delle marche, spettacoli, Form, form-off

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4k6





logoEV