Mobilità sostenibile: progetto "Fa.Mo.Se.", un milione di euro dal ministero

2' di lettura Senigallia 26/01/2019 - Percorsi ad hoc per andare e tornare da scuola. E – ovviamente – anche da lavoro. Soluzioni moderne, sicure ed ecologiche per una mobilità più consapevole, finanziate anche con l’aiuto del governo. Dal ministero dell’ambiente, infatti, è in arrivo circa un milione di euro per coprire parte delle spese degli interventi che verranno, nell’ambito di un progetto che riguarda anche i comuni di Mondolfo e Senigallia.

Nome in codice: Fa.Mo.Se., sigla – nonché gioco di parole – che rievoca proprio le prime due lettere dei municipi coinvolti. A Fano tutto è cominciato nel 2017, con l’intento di migliorare i percorsi ciclopedonali di alcuni quartieri. Prima tappa: Sant’Orso, poi si arriverà anche a Poderino, San Lazzaro e centro storico. Tra gli interventi previsti anche una nuova segnaletica orizzontare e verticale, oltre a un nuovo varco d’ingresso per i quartieri cosiddetti “zona 30”. Il fine ultimo – va detto – è anche quello di scoraggiare gli automobilisti più incoscienti, con carreggiate che si restringono e attraversamenti rialzati.

Se si considerano tutti e tre i comuni, il progetto complessivo comporta una spesa di 1,6 milioni di euro. La partecipazione a un apposito bando del ministero ha permesso a Fano, Mondolfo e Senigallia di ottenere questo finanziamento. Del milione in arrivo sarà proprio la Città della Fortuna a beneficiare della porzione più consistente: 425mila euro. Tuttavia non bastano: per questo il Comune di Fano ha già stanziato 200mila euro di tasca sua per il completamento delle opere previste.

Dal canto suo, il sindaco Massimo Seri rivendica la ritrovata centralità della città da lui amministrata. “Ancora una volta siamo stati capaci di cogliere un’opportunità importante, grazie al lavoro e alla creatività dei nostri uffici, ma anche a una visione amministrativa che si basa sulla sinergia con gli altri comuni, che sempre più spesso prendono Fano come riferimento”. Entusiaste anche Paola Stolfa ed Elisa Bilancioni del Laboratorio Città delle Bambine e dei Bambini, che hanno ricordato come negli ultimi due anni – grazie alle soluzioni già adottate, in primis il progetto “A scuola ci andiamo da soli” – sono sempre di più i giovanissimi studenti che raggiungono i loro istituti in maniera autonoma.








Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2019 alle 17:53 sul giornale del 28 gennaio 2019 - 1312 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, mondolfo, bambini, redazione, senigallia, mobilità sostenibile, articolo, Simone Celli, fondi ministeriali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3Fr





logoEV
logoEV