Montemarciano: va in scena la protesta dei residenti del lungomare che chiedono interventi contro l'erosione

04/12/2018 - È in corso una protesta pacifica da parte dei residenti del lungomare di Marina di Montemarciano, che hanno "addobbato" le case con striscioni contro la Regione.

"Basta promesse", "Il mare lavora, la politica no", "Basta parole, vogliamo i fatti", "Tasse sì, scogliere no" e tante altre sono le frasi che si possono leggere sugli striscioni in bella mostra sulle abitazioni del Lungomare di Marina di Montemarciano.

I residenti, con la protesta pacifica messa in atto, chiedono che la Regione intervenga presto, per porre fine all'annoso problema dell'erosione della costa, soprattutto dopo le recenti mareggiate che hanno eroso parte della spiaggia e minacciano le abitazioni.

Temono infatti che non ci siano abbastanza fondi per le scogliere come invece dichiarato dal sindaco Liana Serrani: "Montemarciano è destinatario di oltre 12 milioni che sono coperti per 8 milioni da risorse provenienti dal Fondo Svluppo e Coesione e le rimanenti da un protocollo che Regione Marche ha siglato con RFI, che ha interesse a mantenere in protezione una struttura importante come la rete ferroviaria che in molti tratti costeggia i tratti in erosione".

Video di Enrico Cionna







Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2018 alle 12:34 sul giornale del 05 dicembre 2018 - 3268 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, montemarciano, redazione, erosione della costa, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a15e





logoEV