Monza: uccise tre familari avvelenandoli, assolto per infermità di mente

Senigallia 19/11/2018 - Mattia Del Zotto, il 28enne di Nova Milanese (Monza) che nel 2017 avvelenò nove membri della propria famiglia uccidendone tre, i nonni paterni e una zia, è stato assolto perchè ritenuto totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti.

Lo ha stabilito il gup del Tribunale di Monza Patrizia Gallucci accogliendo la perizia realizzata dal suo consulente. La procura aveva chiesto nei confronti del giovane reo confesso l'ergastolo. La giudice ha disposto inoltre che Del Zotto dovrà essere rinchiuso per dieci anni in una struttura psichiatrica giudiziaria.

Del Zotto nell'autunno 2017 avvelenò la sua famiglia mescolando nell'acqua minerale del solfato di tallio, un metallo letale per l'organismo, acquistato mesi prima.





Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2018 alle 18:48 sul giornale del 20 novembre 2018 - 502 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, monza, marco vitaloni, avvelenamento, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1yJ





logoEV