"Io diabetico ho "vinto" la mia Maratona di New York", il racconto del Michele Scarpone

07/11/2018 - Sono rientrati martedì i sette senigalliesi che hanno preso parte, domenica 4 novembre, alla Maratona di New York.

Alessandro Sarti, Gloria Luzzi, Anna Maria Rossolini, Arianna Rocchetti, David Fabri, Nicola Scarpone e Michele Scarpone, questi i sette atleti che si sono cimentati nella maratona più famosa del mondo. Una manifestazione che ha visto gli italiani protagonisti, oltre 3.000 infatti i connazionali iscritti alla gara che hanno rappresentato il gruppo più numeroso, secondo solo ai padroni di casa. E oltre alla fatica il grande entusiasmo per aver completato, tra qualche difficoltà, una gara dura ma allo stesso tempo emozionante.

"É stata una bellissima esperienza al di là dei risultati - racconta Michele Scarpone, alla sua prima maratona nella Grande Mela, con cui si è cimentato insieme al fratello Nicola - entusiasmante l'incoraggiamento dei migliaia di presenti che ci hanno sostenuto lungo tutto il percorso, una vera festa a partire dalla cerimonia di inaugurazione. Per me è stata una vittoria doppia aver completato la gara - aggiunge Michele - preparare e correre una maratona avendo il diabete non é cosí banale come può sembrare e anche per questo sono soddisfatto del risultato, al di là del tempo ottenuto".

Una gara imegnativa di 42.195 metri, che richiede una buona preparazione atletica per i non professionisti. Una sfida con sè stessi e con i propri limiti che per qualcuno ha assunto anche un valore in più.

E tra i numerosi italiani anche qualche vip, tra cui il cantante Gianni Morandi, che come di consueto non ha mancato di condividere con i suo fan la sua presenza a New York.







Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2018 alle 09:38 sul giornale del 08 novembre 2018 - 5480 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, sport, redazione, Sara Santini, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZ9L