Dopo la rissa il Megà precisa, "In 43 anni di attività la sicurezza è sempre stata una priorità"

Megà 23/10/2018 - Una rissa è avvenuta sabato notte, intorno alle 4.30 nel parcheggio della discoteca Megà. Coinvolti nella lite un gruppo di giovani campani aggrediti da alcuni stranieri, secondo quanto riferito alle forze dell'ordine. Ad avere la peggio un 26enne, raggiunto da una coltellata all'addome che è stato portato in ospedale dove è stato operato.

A commentare la vicenda i gestori del noto locale senigalliese che hanno voluto fare alcune precisazioni, in particolare sul tema della sicurezza. "Vorremmo ringraziare tutti i nostri clienti che ci hanno appoggiato nei vari social facendoci sentire la loro vicinanza riguardo l’accaduto di domenica mattina - scrivono - La direzione del Megà , vuole precisare che è pienamente responsabile di quel che accade all’interno del locale nell’orario di apertura che va dalle 21 alle 4 del mattino, ed è improbabile riuscire ad esserlo alle 4.30 a chiusura avvenuta, peraltro nel parcheggio lontano dall’ingresso del locale.

A questo proposito vorremmo ringraziare il nostro servizio d’ordine a iniziare dal responsabile Simone e i suoi collaboratori che nonostante fuori servizio si sono adoperati a mettere in sicurezza le persone coinvolte nell’accaduto.

Vorremmo inoltre ricordare che nei nostri 43 anni di attività è stata nostra priorità far in primis divertire la nostra clientela e allo stesso tempo garantire in piena sicurezza lo svolgimento delle nostre serate, anche se questo non è sempre facile vista la moltitudine e la varietà di clientela che frequenta il nostro locale.
Cerchiamo di selezionare all’ingresso i soggetti che riteniamo pericolosi o che possono recare disturbo alla nostra clientela anche se questo non è sempre possibile.

Grazie ancora per il sostegno di tutti i nostri clienti, questo per noi è uno stimolo a fare ancora di più per garantire a tutti un sereno, divertente e sicuro fine settimana.

Lasciamo al giudizio di ognuno di voi coloro che colgono l’occasione per mettersi in mostra gettando fango gratuito sul nome del nostro locale; e ricordiamo che il Megà non fa discriminazione con clienti non italiani.
Per noi chi rispetta il Megà è un nostro gradito cliente indipendentemente dalla nazionalità di appartenenza".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2018 alle 10:15 sul giornale del 24 ottobre 2018 - 4122 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZFK