Volpini: "La partoanalgesia a Senigalla non si tocca, sul punto nascita di Fabriano decide il Governo"

fabrizio volpini 08/10/2018 - Il presidente della commissione regionale sanità Fabrizio Volpini chiarisce due questioni relative al punto nascita di Fabriano e di Senigallia messi in discussione dal Comitato in difesa dell'ospedale di Senigallia.

"Alla luce di messaggi che confondono e danno informazioni non corrette, è bene fare il punto della situazione su due realtà tirate in ballo in queste ore -precisa Volpini- mi riferisco al punto nascita di Fabriano e al reparto di ostetricia e ginecologia di Senigallia".

Su Senigallia il Comiato aveva lamentato "l'eliminazione delle visite per la partoanalgesia". "La partoanalgesia a Senigallia non si tocca -tuona Volpini- è un servizio che ho fortemente voluto, coinvolgendo anche associazioni come la Fidapa. Una conquista che rappresenta un segnale forte di civiltà e che dà la possibilità a tutte le partorienti di scegliere di partorire senza dolore. Per arrivare a questo obiettivo abbiamo completamente rinnovato le sale parto, che erano ferme e obsolete, dotandole anche anche dalla vasca per il parto in acqua. Ma non solo. La parto analgesia all'ostetricia e ginecologia di Senigallia è la migliore di tutta l'Area Vasta, perchè disponibile h24 grazie alla fondamentale collaborazione dei medici anestesisti dell'ospedale di Senigallia. La parto analgesia insieme alle nuove sale parto hanno reso il punto nascita di Senigallia più appetibile che ha visto un lieve decremento del numeto dei parti all'interno di una denatalità che interessa tutta la regione".

Volpini chiarisce anche la situazione del punto nascita di Fabriano, a rischio chiusura perchè non raggiunge il numero minino di parti annui. "Smentisco anche il trasferimento di pediatri dall'ospedale di Senigallia a quello di Fabriano -conclude il presidente - al momento al punto nascita di Fabriano arrivano pediatri dal Salesi di Ancona. Circa l'eventuale chiusura, il futuro del punto nascita di Fabriano dipende esclusivamente dal Ministro Grillo. Il ministro ha rigettato la prima richiesta di proroga alla chiusura avanzata dalla Regione Marche. Richiesta di proroga che abbiamo nuovamente inoltrato al Ministro e per la quale siamo in attesa di una risposta".





Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2018 alle 16:22 sul giornale del 09 ottobre 2018 - 665 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, fabrizio volpini, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZax





logoEV