"Quinto Round”: a Senigallia Gianluca Ales presenta il suo ultimo noir

20/08/2018 - È duro, crudo e ambientato nelle torbide acque della criminalità romana: è “Quinto Round”, l'ultimo lavoro editoriale del giornalista di SkyTg24 Gianluca Ales, che segue a “Una notte sbagliata”, entrambi editi con Imprimatur. L'incontro questa volta si terrà a Senigallia tra Gianluca Ales e Andrea Rossini, giornalista del Corriere Adriatico e scrittore, per raccontare di quei cinque round clandestini che hanno fatto conoscere alla città capitolina un “Capodanno di Sangue”.

Accadrà nell'ambito della rassegna “Ventimilarighesottoimari in Giallo”, a Palazzetto Baviera, il 25 agosto, alle 19:15. Nella notte di San Silvestro di “Quinto Round” si contano 11 vittime, i motivi della carneficina sono ancora oscuri e nonostante una retata abbia condotto all'arresto di 15 membri di un'organizzazione criminale non sembra ci siano legami con la strage. Il sostituto procuratore della Repubblica, il Dottor Morabito, e l'instancabile Commissario Avitabile sguinzaglieranno i loro uomini e si daranno a interrogatori serrati per cercare di entrare in tutti i modi nei tentacoli della mala capitolina, delle infiltrazioni della Camorra, della 'ndrangheta calabrese, delle insospettabili Triadi cinesi che proprio nella Capitale hanno la base operativa più importante d’Europa. Ma la scommessa di morte su un incontro di box clandestino in un hangar fatiscente non si arresta. “Il tempo è un vortice”, che risucchia anche cocaina, lingerie di seta e mondi paralleli fatti di irrisolti psicologici. Perché anche se nel perimetro del confine che separa illegale e legale “c'è chi pensa di lottare per il denaro e chi per la gloria.

La verità è che nella notte nera e disperata di Roma tutti lottano per una sola cosa: la vita”, ha detto Giancarlo De Cataldo dopo la lettura del noir di Gianluca Ales. Il bianco e il nero, il bene e il male, legale e illegale, sono i tratti che accomunano molti dei personaggi inseriti in “Quinto Round” da Gianluca Ales. Molti dei quali sono mossi dal loro conflitto interiore più che da una ragionata motivazione. Cosa che spesso accade nel realtà, al di fuori delle pagine di narrativa. Questo porta inevitabilmente a empatizzare con i personaggi di Ales, anche se con la incoffesabile consapevolezza di solidarizzare con personalità che sono oltre i consueti schemi di “buono” e “cattivo”. Ragione per cui la lettura si consuma d'un fiato. Oltre a trovare la benedizione di Giancarlo De Cataldo, “Quinto Round” di Gianluca Ales ha avuto anche quella dello scrittore di romanzi gialli candidato al Premio Strega, Massimo Lugli. Nota sull'autore Gianluca Ales è un giornalista, un conduttore e un inviato all’estero per SkyTg24.

Il suo lavoro lo ha portato a coprire alcuni degli eventi più importanti degli ultimi anni: le elezioni palestinesi, il funerale di Arafat, gli attentati di Madrid, il terremoto di Bam, lo tsunami in Indonesia. Un cronista con l’elmetto, dato che è stato testimone di diversi conflitti: Afghanistan, Libia, Gaza, Libano, Egitto. Nel frattempo ha trovato il tempo di cimentarsi con un’altra forma di scrittura, diversa da quella giornalistica: la narrativa. Ha pubblicato il racconto “Geli” nei Gialli Mondadori (2002), e il romanzo “Una notte sbagliata” con Imprimatur (2014).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2018 alle 12:47 sul giornale del 21 agosto 2018 - 439 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXCz