Ancona: Festa di compleanno alla Marijuana, ma a sorpresa spuntano i...poliziotti

15/08/2018 - Dolci, bibite e...marijuana come dulcis in fundo, ma a sorpresa spuntano, sebbene non invitati, anche i poliziotti. 42enne anconetano arrotondava lo stipendio con la droga

Una festa piuttosto chiassosa. È stato questo particolare a tradire il party alla marijuana. I Poliziotti infatti si sono “invitati" a sopresa alla allegra festa, putroppo piuttosto chiassosa, di compleanno. A seguito di una telefonata al 113 da parte di un cittadino che non riusciva a riposare una pattuglia della Volante ha suonato al campanello dell'abitazione rumorosa e hanno appurato che si stava festeggiando un compleanno con dolci, bibite e ... marijuana. Tutti gli invitati sono stati invitati in questura e identificati e la sostanza stupefacente e rimasta negli uffici della polizia.

Mentre le Volanti continuavano i controlli di prevenzione, i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ancona il 42 enne anconetano L.A., trovato con quasi un chilo di hashish che deteneva all’interno della sua abitazione dove vive insieme alla madre, in quanto separato e senza figli. L’uomo, che nella vita lavora presso un corriere spedizioni, arrotondava il suo stipendio intraprendendo anche altri tipi di consegne a domicilio. Infatti, gli investigatori della Squadra Mobile, dopo averlo osservato e pedinato per settimane, hanno capito che da tempo aveva intrapreso una fiorente attività di spaccio di droga del tipo hashish a giovani di tutte le età. Nelle ultime ore L.A. aveva rifornito le sue riserve in previsione della forte richiesta di stupefacente in occasione dell’imminente Ferragosto. Infatti, la perquisizione permetteva di rinvenire un grosso quantitativo di hashish nascosto in un armadio (8 panetti di hashish da un etto l’uno). Altra droga veniva rinvenuta all’interno di un cassetto (più involucri termosaldati contenenti hashish, già pronti per essere spacciati al minuto). Quasi un chilogrammo di droga che gli avrebbe fruttato circa 10.000 euro.

Oltre allo stupefacente gli investigatori hanno rinvenuto e sequestrato nascosti in un intercapedine, più di 500 euro, sicuro frutto dell’attività di spaccio, nonché un cutter per tagliare la droga e un bilancino di precisione per la preparazione delle dosi da vendere al dettaglio. I gravi indizi di responsabilità penale non hanno lasciato scampo al 42enne che è stato arrestato in flagranza per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e collocato in carcere a Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.







Questo è un articolo pubblicato il 15-08-2018 alle 13:26 sul giornale del 16 agosto 2018 - 810 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXxn





logoEV