Arcevia: discarica a cielo aperto di auto e rifiuti pericolosi, denunciato meccanico abusivo

1' di lettura 12/08/2018 - Aveva dato vita ad una discarica a cielo aperto di rottami di auto e pezzi di ricambio illeciti. Nei guai è finito un meccanico che esercitava abusivamente la professione.

I Carabinieri Forestali hanno eseguito il sequestro di 30 autoveicoli, alcuni dei quali radiati per la rottamazione ed in evidente stato di abbandono, altri ancora circolanti, nell'ambito di una indagine per attività illecite di gestione di rifiuti speciali pericolosi. I militari hanno sorpreso l'uomo intento a lavorare sulle parti meccaniche di alcuni veicoli non riconducibili al suo nucleo familiare.

Dagli accertamenti è emerso che l'uomo non aveva le autorizzazione né come meccanico né come autodemolitore. Sono stati quindi sequestrati trenta veicoli rinvenuti nelle pertinenze dell'officina abusiva insieme agli spazi utilizzati per porre in essere il reato di gestione illecita dei rifiuti, saranno inoltre contestati anche illeciti amministrativi per aver esercitato abusivamente l’attività di autoriparatore per una multa che si aggira sui 50 mila euro. Sequestrati anche migliaia di pezzi di ricambio, costituiti da parti meccaniche e di carrozzeria, e pneumatici fuori uso. Presenti anche numerose carcasse di veicoli in disuso, insieme a veicoli radiati per esportazione, per rottamazione o gravati da fermi amministrativi.

Il meccanico abusivo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per gestione abusiva di rifiuti speciali, gestione abusiva veicoli fuori uso, falso e truffa. Le indagini, dirette dal Sostituto Procuratore Valentina Bavai sono orientate ad individuare l'esatta provenienza dei veicoli rinvenuti e con l'ausilio dell'Arpam ad accertare anche l'eventuale inquinamento ambientale prodotto dagli oli e combustibili provenienti dalle parti meccaniche degli autoveicoli, potenzialmente percolati nel suolo.








Questo è un articolo pubblicato il 12-08-2018 alle 09:08 sul giornale del 13 agosto 2018 - 2669 letture

In questo articolo si parla di arcevia, cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXs1





logoEV
logoEV