Acque "torbide" tra Senigallia e Marina: niente paura è solo la fioritura dell'alga Raphydophicea

1' di lettura Senigallia 11/08/2018 - A seguito della colorazione anomala di alcuni tratti del mare antistante la nostra città il 9 agosto 2018 i tecnici Arpam attivati dalla Capitaneria di Porto hanno eseguito campionamenti presso il litorale compreso tra Marina di Montemarciano e Senigallia.

Le analisi al microscopio hanno interessato la presenza, in alcuni tratti della costa, di una massiccia fioritura di Raphydophicea non tossica fibrocapsa japonica già riscontrata negli anni scorsi in estate. Tale fioritura microalgale ormai tipica delle nostre acque è riscontrabile generalmente nei periodi estivi ed è caratterizzata da una manifestazione intermittente in relazione a condizioni meteo climatiche favorevoli (alte temperature e scarso idrodinamismo).

Il fenomeno inoffensivo per i bagnanti, tende a scomparire al mutare delle condizioni sopra citate. L’amministrazione comunale è naturalmente attenta alla sicurezza dei turisti e dei cittadini che frequentano i 14 chilometri spiaggia di Senigallia e intende rassicurare sulla assoluta balneabilità del mare garantita come da indicazioni Arpam. Si ringrazia il comandante Cristoforo de Giuseppe che si è attivato prontamente nei giorni scorsi attivando Arpam.








Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2018 alle 16:48 sul giornale del 13 agosto 2018 - 4154 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, comune di senigallia, giulia mancinelli, senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXsY





logoEV
logoEV