RSU FP CGIL Area Vasta 2: 'Sanità marchigiana prima in Italia grazie ai tagli sul personale'

sanità ospedale 19/07/2018 - Regione Marche al 1° posto in Italia sulla Sanità? Grazie ai risparmi ottenuti sul personale dipendente.

5,4 milioni di euro sono i proventi straordinari che l’ASUR ha contabilizzato apportando i tagli ai fondi contrattuali delle Aree Vaste attuati a partire dal 2015.

Tale ricavo in quanto i fondi contrattuali del Comparto delle Aree Vaste sono stati costruiti escludendo completamente il personale a tempo determinato supplente, straordinario e quello inserito in processi di stabilizzazione.

Nonostante il CCNL Sanità del 31/07/2009 e del 21/05/2018, e relativi fondi contrattuali, indichino l’applicazione contrattuale a tutto il personale dipendente, sia con rapporto di lavoro a tempo indeterminato che a tempo determinato.

Le conseguenze, ovvie – siccome i fondi non potevano e non possono risultare capienti e simmetrici rispetto a tutto il personale in servizio nell’intero anno – pagate dagli stessi precari.

Ed infatti, la Regione Marche probabilmente è l’unica Regione che non solo non ha ancora portato a compimento il processo di stabilizzazione dei precari di cui al DPCM del 06/03/2015, e relativa delibera della Giunta Regionale n° 247 del 25/03/2016, ma non ha nemmeno iniziato il processo di stabilizzazione dei precari di cui al D.Lgs. “c.d. Madia” n° 75 del 25/05/2017, e relativa delibera della Giunta Regionale n° 770 del 12/06/2018.

Riguardo la stabilizzazione dei precari dell’Area Vasta 2, sono ancora fermi al palo n° 25 precari Operatori socio-sanitari e n° 3 Autisti di ambulanza.

Da programmazione autorizzata dalla stessa Regione Marche, i n° 25 Operatori socio-sanitari dovevano essere stabilizzati entro il 2016, mentre i n° 3 Autisti di ambulanza entro il 2017.

L’ente del Servizio Sanitario Regionale individuato dalla Regione Marche che doveva provvedere, e deve procedere, alla gestione delle stabilizzazioni di tali profili professionali a favore di tutti gli enti ed aziende del SSR marchigiano è l’Area Vasta 1 (Pesaro Urbino Fano).

Mentre nel caso degli Operatori socio-sanitari l’Area Vasta 1 al momento ha provveduto solamente a redigere l’atto degli ammessi e degli esclusi (determina del direttore dell’Area Vasta 1 n° 653 del 22/05/2018), nel caso degli Autisti di ambulanza, la medesima, ha illegittimamente abbattuto il fabbisogno di stabilizzazione autorizzato dalla Regione Marche per l’Area Vasta 2, riducendolo d’ufficio da n° 3 a n° 2 unità di personale da stabilizzare (determina del direttore dell’Area Vasta 1 n° 724 del 06/06/2018).

Chiaramente c’è stata una immediata levata di scudi sindacale unitaria, sia da parte della Rappresentanza Sindacale Unitaria dell’Area Vasta 2 e delle Organizzazioni sindacali territoriali, che da parte delle Organizzazioni sindacali regionali.

Al tavolo negoziale dell’Area Vasta 2 del 12/06/2018 e del 09/07/2018, pertanto, in riposta, in entrambe le occasioni, la Direzione dell’ASUR ha dichiarato, una promessa data in parola, di ritirare l’atto del direttore dell’Area Vasta 1 n° 724 del 06/06/2018, con annesso impegno quindi di riportare da n° 2 a n° 3 le unità di personale precario Autista di ambulanza da stabilizzare in Area Vasta 2.

Precisamente, l’ASUR, in occasione dell’ultimo tavolo del 9 luglio, aveva comunicato alla RSU dell’Area Vasta 2 ed alle OOSS che avrebbe ritirato tale atto di determina tempo entro 5 giorni.

Ne sono passati più di 10 di giorni, e l’ASUR, ancora una volta, non ha mantenuto fede alla propria parola data, agli impegni presi al cospetto delle parti sindacali ed al proprio dovere.

Ragion per cui denunciamo ora agli organi di stampa come vengono trattati i precari nella virtuosa Regione Marche, e su questa specifica materia procederemo a presentare un esposto alla Procura della Repubblica, anche in considerazione del fatto che, nel frattempo, l’Area Vasta 1, per quanto concerne il proprio di fabbisogno di stabilizzazione, ha proceduto eccome a stabilizzare i propri Autisti di ambulanza.

I delegati RSU per la FP CGIL dell’Area Vasta 2

Giacomo Mancinelli (Jesi)

Salvatore Viscio (Jesi)

Valentino Tesei (Fabriano)

Massimo Capannelli (Ancona)

Simone Paradisi (Senigallia)

Nadia Manuali (Senigallia)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2018 alle 16:36 sul giornale del 20 luglio 2018 - 1468 letture

In questo articolo si parla di sanità, ospedale, rsu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWMx