Confartigianato: 'l'Autotrasporto va al fermo dal 6 al 9 agosto'

19/07/2018 - Confartigianato Trasporti Marche incontra il sen. Mauro Coltorti Presidente della Commissione Trasporti del Senato a Jesi; 4.000 aziende in grande sofferenza.

Confartigianato Trasporti dopo le diverse assemblee di autotrasportatori tenutesi ha organizzato un incontro del proprio gruppo dirigente regionale che si terra sabato 21 luglio alle ore 9,30 presso la Confartigianato di Jesi in Via Pasquinelli 2/A, per fare il punto sull’evoluzione della vertenza in atto con il Governo che ha portato le Associazioni dell’autotrasporto a dichiara il fermo nazionale ed unitario dalle ore 0,00 del 6 alle ore 24 del 9 agosto; un fermo che di fatto partirà dal pomeriggio di venerdì 3 agosto per i divieti di circolazione imposti ai TIR.
Particolarmente gradita, afferma il segretario Confartigianato Trasporti Gilberto Gasparoni, è la partecipazione all’incontro del Sen. Mauro Coltorti, iesino e presidente della Commissione Trasporti del Senato, che recentemente ha audito i rappresentanti delle associazioni nazionali dell’autotrasporto. Commissione che si è impegnata a sollecitare il Ministro Toninelli ad incontrare la categoria. Confartigianato Trasporti Marche che è mobilitata da tempo sulle principali questioni che affluiggono il settore, a partire dal riconoscimento delle deduzioni forfettarie, consentito dall’Agenzia delle Entrate per 38€ per ogni giornata di lavoro, anziché i 51€ concordati, con un aumento immediato delle tasse su tutti i piccoli vettori di 1.500/2000€ a veicolo utilizzato, presenterà al presidente della Commissione Trasporti lo stato dell’autotrasporto marchigiano ed italiano, cosi come le richieste tutt’ora pendenti con il Parlamento ed il Governo.
L’autotrasporto, dichiara Elvio Marzocchi presidente regionale di Confartigianato Trasporti, è uscito dalla crisi con una perdita di circa 1.000 aziende e con 3.000 occupati in meno e le imprese, oggi 4.000 circa nella regione, non possono subire ulteriori penalizzazioni, anzi hanno bisogno di attenzioni e di regole certe come l’applicazione dei costi minimi e di tempi da pagamento europei, il funzionamento delle MCTC per le revisioni dei veicoli, un maggior controllo dei vettori esteri che scorazzano sulle ns. strade in spregio alle regole sul cabotaggio effettuando una concorrenza rovinosa ai vettori italiani, i transiti per il Brennero con controlli sempre più stringenti che stanno causando continui colli di bottiglia mettendo in difficoltà i vettori e le industrie manifatturiere italiane.

La Presenza del Sen. Coltorti consentirà anche di affrontare il tema delle infrastrutture come il completamento della SS76, il raddoppio della SS 16 Falconara -Ancona, l’uscita a nord dal porto, ed anche la realtà dell’autotrasporto marchigiano, che seppur fra tante difficoltà comunque si sta rinnovando e migliorando anche con veicoli più sicuri, servizi di logistica ed utilizzo delle infrastrutture anche intermodali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2018 alle 16:20 sul giornale del 20 luglio 2018 - 496 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, economia, urbino, artigianato, pesaro, artigiani