A Senigallia il primo CoffeShop d’Italia

19/07/2018 - “La canapa è la pianta che salverà il mondo”, affermano i quattro intraprendenti founders di “the mood”, primo e unico, al momento, Coffee & Shop d’Italia. C’è da aspettarsi che non rimarrà così a lungo, visto che il settore della canapa sta crescendo enormemente a ritmo serrato.

“Crediamo in questa materia prima dalle innumerevoli potenzialità, importante in molti ambiti nella vita dell’uomo” - aggiungono Serena, Manuela, Marco, Alessandro - “il nostro compito comune è creare un’alleanza di valori, tra noi e la nostra clientela che scopra, o riscopra e utilizzi la pianta della canapa. Il nostro è un progetto che mira a promuovere la salute e il benessere delle persone”.

Le proprietà benefiche e terapeutiche della cannabis - studi e ricerche lo dimostrano - sono sorprendenti. I principi attivi del suo fitocomplesso hanno effetti significativi sulla salute dell’uomo. Oggi se ne fa un gran parlare, anche se la memoria di questa genesi, che per lungo tempo è stata soppressa più o meno sistematicamente, ha radici lontane e profonde. La Canapa è una pianta antica e l’Italia lo sa, visto che fino agli anni ’40 era il secondo produttore al mondo. Si tratta, oggi, di un ritorno questo moltiplicarsi a centinaia di aziende produttrici, da nord a sud. Un ritorno al passato, ma con idee innovative che guardano al futuro. Questa è anche la sfida di “the mood": “della pianta non si butta via niente. Il canapulo viene utilizzato nell’edilizia, la fibra nel tessile e per la fabbricazione di carta e corde, le infiorescenze per uso tecnico e i semi per l’alimentazione e per la produzione dell’olio e della farina; nel nostro shop a parte il settore edile copriamo tutti gli altri ambiti, dall’alimentari, alla cosmesi, l’abbigliamento, la coltivazione, il growning con la scelta di prodotti perlopiù di produzione artigianale locale, di qualità, alta sostenibilità ambientale e di equità sociale”.

Ai tavolini del “the mood” tutta la faccenda assume, va detto, una sperata, ma anche imprevedibile spiritualità, in fondo trattasi di un luogo totemico, frontiera della mente, libertà dello spirito. E’ un luogo che simultaneamente è riparo e smarrimento, lì finisce l’illegalità, va detto anche questo. Ti offrono un’acqua profumata e l’aperitivo è ricco di cose buone, a base di canapa e non. Vicino c’è il mare, il tutto è in perfetta armonia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2018 alle 15:15 sul giornale del 20 luglio 2018 - 8045 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWL4