Al via la 14° edizione di "Uomini e Paesaggi"

18/07/2018 - Venerdì 20 luglio il primo appuntamento con la conferenza “Industria e imprese in Italia dagli anni Novanta ad oggi” del professor Franco Amatori.

Con la conferenza dedicata al tema “Industria e imprese in Italia dagli anni Novanta ad oggi” del professor Franco Amatori, venerdì 20 luglio prende avvio la quattordicesima edizione della rassegna “Uomini e Paesaggi. Un aperitivo al museo”, promossa dal Comune di Senigallia, dal Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” e dall’associazione per la Storia dell’agricoltura marchigiana. L’appuntamento è alle ore 18,30 al Chiostro del Museo, che quest’anno festeggia il quarantesimo anniversario della sua apertura.

Costituito nel 1978, grazie alla volontà dell’amministrazione comunale di sostenere un gruppo di volontari riuniti attorno al professore Sergio Anselmi, illustre storico senigalliese che ne ha progettato la nascita e l’allestimento guidandolo fino al 2003, il Museo di Storia della Mezzadria occupa un’ala del Convento delle Grazie e conserva oltre duemila oggetti che documentano i caratteri della vita e del lavoro dei mezzadri nelle campagne marchigiane dall’Ottocento fino agli anni settanta del Novecento.

Dall’estate del 2005, ospita anche la rassegna “Uomini e Paesaggi”, che si propone di far conoscere e approfondire, con storici ed esperti di settori legati al territorio, la storia della regione Marche, con attenzione prevalente all’ambiente contadino, che più di ogni altro ne ha segnato i tratti distintivi, e al mare Adriatico, naturale punto di riferimento della storia della città di Senigallia.

Il programma proseguirà il 9 agosto, alle ore 21,15, con il tradizionale concerto che quest’anno vedrà in scena “La Rossignol” con lo spettacolo Leonardo e il suo tempo. A salire sul palco saranno Liliana Baronio (danza), Simona Pasquali (danza), Roberto Quintarelli (contraltista, danza), Matteo Pagliari (flauti diritti, traversa, cornamuse), Francesco Zuvadelli (organo positivo, ghironda), Domenico Baronio (liuto, percussioni, direttore). La Rossignol si occupa professionalmente di musica e di danza nel Rinascimento italiano, che fu un periodo di straordinaria creatività e sviluppo in tutti i campi del sapere. Per la danza si tratta di una stagione di incredibile ricchezza dove i capolavori si susseguono in un crescendo affascinante e stupefacente ed essa diviene il simbolo della divina armonia cosmica quale garanzia di dignità e prestigio, un’arte raffinata e codificata in forme scritte ben precise, un vero rituale di celebrazione del potere nel quale i protagonisti sono i cortigiani, attori e spettatori al tempo stesso.

Venerdì 17 agosto, invece, alle ore 18,30 sarà la volta di Olimpia Gobbi, esperta di storia dell’agricoltura e di storia delle donne, che interverrà sulla questione “Agricoltura e vita di paese”.

La rassegna si concluderà, venerdì 31 agosto, sempre alle ore 18,30, con la relazione del professor Marco Moroni sull’argomento “Tra le due sponde dell’Adriatico in età moderna”.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito e, come sempre, le conversazioni si chiuderanno con l’assaggio di un vino di qualità della regione, per sottolineare l’importanza della antica e nobile coltura della vite per la moderna imprenditoria.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2018 alle 12:03 sul giornale del 19 luglio 2018 - 425 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWJk