Raffica di multe in viale IV Novembre, un residente: "Il divieto di sosta dov'è?"

14/07/2018 - Sono diverse in questi giorni le proteste dei residenti per le soste selvagge un po' in tutte le zone della città, e diversi sono quelli che lamentano la mancata sanzione di questi comportamenti. Allo stesso tempo c'è chi è stato inaspettatamente multato e si chiede da quando siano stati introdotti divieti.

"Vorrei raccontare ciò successo venerdì 13 luglio, lungo viale IV Novembre via principale di Senigallia nella quale abito ormai da 22 anni. Sulla parte sinistra percorrendo il viale verso mare tutti abbiamo almeno una volta parcheggiato la nostra auto sullo sterrato che costeggia la strada.

Oggi dopo 22 anni che tengo la mia macchina nel medesimo posto i vigili urbani mi fanno una sanzione di 41 euro con la possibile riduzione se pago entro 5 giorni e così fanno a tutte le auto parcheggiate su tutto il viale dicendo che quella parte di sterrato fuori dalla riga bianca della carreggiata va lasciata libera per il transito dei pedoni!

Sarebbe forse anche giusto ma se ne accorgono ora 13 luglio 2018 che non vogliono auto parcheggiate qui! Non ci sono cartelli di divieto nuovi non ci sono segnalazioni. Tra l’altro rincorsi gli agenti per capire il motivo e disponibili a togliere l’auto ribadisco parcheggiata lì da sempre, mi viene detto che non è possibile annullare la sanzione!

Non contento chiamo il numero della comando dei vigili e l’agente che mi risponde sembra perplesso ma non sa darmi altre spiegazioni.

La prima cosa che vorrò proprio vedere sarà che tipo di impatto e ripercussione avrà sui tanti automobilisti che domani sera alla notte della rotonda incoscienti dell’infrazione che stanno commettendo riempiranno i suddetti spazi con le loro auto! Ma verrà fatta almeno un verbale domani sera! Dubito!

Ma intanto noi cari abitanti di un viale martoriato dal traffico, dall’incuria, dai parcheggi selvaggi durante tutte le manifestazioni in calendario nel centro storico, dagli sfiuti degli alberi che per due mesi puntualmente ogni volta che il comune salta la potatura siamo costretti a subire, che ogni volta che usciamo di casa rischiamo di essere arrotati da qualche pazzo che sfreccia lungo il viale come fosse al gran premio. Noi intanto buoni cittadini paghiamo anche stavolta perché qualcuno oggi ha deciso che il viale deve cambiare! Magari due righe un foglio un cartello invece che propagandistico potevano sprecarlo per noi!

Ma no tanto sono solo 41 euro! Ma considerando un chilometro di viale quanto ha incassato oggi il buon comune a nostre spese? Indignato per l’arroganza indignato per il pressappochismo e indignato per non poter far nulla contro tutto questo!

da un cittadino residente in Viale IV novembre da 22 anni







Questo è un articolo pubblicato il 14-07-2018 alle 08:29 sul giornale del 16 luglio 2018 - 5483 letture

In questo articolo si parla di un lettore di Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWA5





logoEV