Stretta della Lega Nord sui parcheggiatori abusivi: "Mangialardi deve applicare la mozione approvata da tutti"

25/05/2018 - La Lega Nord è pronta alla stretta decisiva per eliminare il problema dei parcheggiatori abusivi nelle principali aree di sosta cittadine. A due anni dalla mozione, approvata all'unanimità in Consiglio Comunale, che impegnava l'Amministrazione ad adottare misure contro il fenomeno dell'abusivismo, la situazione resta inalterata.

"Siamo pronti ad una stretta sui parcheggiatori abusivi perché c’è una mozione approvata a luglio del 2016 ma non è mai stata messa in pratica -afferma Michela Silvestrini, membro della segreteria provinciale della Lega Nord-. Il sindaco in questa mozione dice che i parcheggi come il poliambulatorio e l'ospedale sono luoghi sensibili e almeno lì i parcheggiatori abusivi non ci possono stare. Da allora però la situazione è addirittura peggiorata. Sabato mattina saremo al parcheggio dell’ospedale dalle 10 alle 12 per distribuire volantini contro il fenomeno dei parcheggiatori che stanno facendo una cosa abusiva e infastidiscono. Non è razzismo, non c’entra il colore della pelle, è una questione di legalità". Dopo il parcheggio dell'ospedale le prossime tappe del volantinaggio saranno i parcheggi di piazza Simoncelli e dei giardini Morandi. "Il 2 e 3 giugno in oacciosne dei banchetti nazionali faremo una raccolta firme per mettere in atto questa mozione che è stata approvata ma disattesa -aggiunge la Silvestrini-. I parcheggiatori abusivi devono andare via dai luoghi sensibili. Poi c'è anche un problema di sicurezza, soprattutto per le donne e gli anziani che non possono parcheggiare da soli perchè è pericoloso".

La Lega rilancia anche la proposta di una cooperativa per regolarizzare i parcheggiatori, italiani e stranieri, che ne hanno i requesiti. "Non è per il parcheggiatore di per sè -aggiunge il consiglire Comunale Davide Da Ros- perché tra l'altr vengono da fuori ma il problema è che nessuno li controlla. Perchè nessuno controlla mai la mattina l'arrivo alla stazione, tutti lo sanno e vedono l'arrivo di questi parcheggiatori. Da qui a un mese vogliamo incidere sull’azione dell'amministrazione che in due anni non ha fatto nulla. Vogliamo coinvolgere anche le associazioni di migranti per lavorare insieme per un fine comune. Molti extracomunitari che lavorano a Senigallia e sono regolari sono scocciati da questa situazione che penalizza tutti. Saremmo disposti anche ad un discorso di cooperativa per gestire i parcheggi, aperto a italiani e stranieri, che sono in regola. Poi c’è il discorso del giro di soldi in nero In consiglio comunale più volte chiesto ma la risposta sempre disattesa, Stesso discorso per i vi cumpra’. Il problema non si rivolvere togliendo le licenze agli ambulanti, come ha fatto il comune, perchè quelli sono regolari, si sarebbe dovuto fermare gli abusivi".

"Anche il presidente della commissione regionale sanità Fabrizio Volpini, che è di questa città, si deve attivare perché la paura di recarsi nelle strutture ospedaliere per la presenza dei parcheggiatori, pregiudica l’accesso ai servizi sanitari stessi -fa eco Milco Mariani, segretario Provinciale Lega Nord-. Se Volpini ha a cuore la sua città deve alzare il telefono e fare presente al sindaco che è diventato un problema di ordine pubblico. I sindaci hanno i mezzi per fermare questo fenomeno, presidiando il territorio e segnalando la situazione al Prefetto. È inutile che il sindaco si giustifica dicendo che non ci sono denunce, i cittadini non denunciano per paura".







Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2018 alle 14:48 sul giornale del 26 maggio 2018 - 3594 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aUWq