Al Musinf nei prossimi giorni incontro con Anna Detheridge

24/04/2018 - Fitto il cartellone degli incontri al Musinf con artisti e critici di rilievo. Nei prossimi giorni è annunciata la presenza di Anna Detheridge, Teorica delle Arti Visive e curatrice di importanti mostre e rassegne, tra le quali INNATURA, X Biennale internazionale di fotografia, Palazzo Bricherasio, Torino (2003), Arte Pubblica in Italia: lo spazio delle relazioni, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Biella (2003) e Le Immagini al Potere, Fondazione Mazzotta, Milano (1996).

Giornalista e saggista, ha insegnato al Politecnico di Milano, all'Università Bocconi e allo Iulm. Nel 2001 ha fondato l'Associazione culturale Connecting Cultures, attiva nel campo delle politiche culturali, dell'arte pubblica, della progettazione. Nel 2012 Ha pubblicato per Einaudi Scultori della speranza. L'arte nel contesto della globalizzazione (PBE).

Vive e lavora a Milano. Per le associazioni Connecting Cultures di Milano e Isole di Palermo illustrerà a Senigallia il progetto “Il pensiero che non diventa azione avvelena l’anima” dell’artista Eva Frapiccini, che è tra i vincitori del bando Italian Council, indetto dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Mibact. Dopo la prima importante inaugurazione a Palermo nel giugno 2018, l’opera della Frapiccini verrà presentata ad un pubblico internazionale all’interno dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles.

L’intero percorso si concluderà con l’acquisizione dell’opera da parte del Museo comunale d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia di Senigallia, partner dell'Istituto italiano di cultura di Bruxelles, che ne organizzerà un’ esposizione temporanea per poi conservarla in permanenza nelle proprie collezioni. .





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2018 alle 20:05 sul giornale del 26 aprile 2018 - 388 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTWj





logoEV
logoEV