Taglio ai giorni di consegna di lettere e pacchi nei piccoli comuni, coinvolti anche quelli dell'entroterra

Poste Italiane 20/04/2018 - E' polemica sulla questione del taglio dei giorni nella distribuzione della posta nei piccoli comuni.

Nelle Marche sono venticinque i comuni collinari e montani delle province di Ancona e di Pesaro-Urbino interessati dal provvedimento, tra cui quelli dell'entroterra senigalliese: Arcevia, Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Ostra Vetere.

Poste Italiane ha deciso infatti una rimodulazione settimanale del servizio che prevede 5 giorni feriali di consegna distribuiti nell'arco di due settimane. Nello specifico: nella prima settimana lettere e pacchi vengono recapitati in 3 giorni feriali alterni, la seconda settimana negli altri due, con un intervallo di mancata consegna che arriva a tre giorni (dalla consegna del venerdì a quella del martedì della giornata successiva). Garantita invece la consegna quotidiana di raccomandate e giornali.

Il provvedimento volto ad un ​​​​​taglio di costi, sportelli e postini, era partito in via sperimentale ad ottobre 2015 in poche località del Nord Italia, ma è andato espandendosi in tutta Italia. Sulla questione si sono espressi i consiglieri regionali Enzo Giancarli e Gino Traversini che in una mozione hanno chiesto l'impegno della Giunta regionale a verificare la qualità e l'efficienza della riorganizzazione del servizio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2018 alle 12:47 sul giornale del 21 aprile 2018 - 2521 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, attualità, vivere senigallia, ostra vetere, barbara, redazione, corinaldo, poste italiane, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTNA