Colpito da un attacco cardiaco a fine partita: salvato dal defibrillatore Luciano Rossini

Senigallia 15/04/2018 - Si è accasciato in tribuna proprio al termine della partita del Marzocca, colpito da un attacco cardiaco. A salvare la vita a Luciano Rossini, 82 anni, molto conosciuto nella frazione senigalliese per la sua attività giornalistica e sportiva in particolare, è stata la presenza del defibrillatore allo stadio.

Il malore si è verificato sabato pomeriggio, proprio alla fine dell'incontro tra il Marzocca e l'Osimana. Rossini si è accasciato a terra. A prestare il primo e tempestivo soccorso è stato uno dei volontari della Croce Rossa che ha subito intuito la gravità del malore ed ha chiamato il 118 descrivendo i sintomi in atto.

I sanitari, arrivati sul posto, hanno rianimato Rossini con il defibrillatore. L'anziano ha così ripreso conoscenza ed è stato poi trasferito al pronto soccorso per le cure del caso. Rossini si è poi ripreso e, a parte il grande spavento, le sue condizioni non destano preoccupazione. Lo stesso Rossini ha voluto ringraziare, tramite i social, il suo primo soccorritore, che gli ha salvato la vita, e poi tutto il personale che lo ha assistito. "Un ringraziamento particolare va a Nicola Moretti -scrive.- e agli assistenti del 118 per la loro sollecitudine e professionalita oltre al pronto soccorso dell'ospedale con il dottor Mariani in testa e tutta l'equipe paramedica davvero professionale":





Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2018 alle 09:25 sul giornale del 16 aprile 2018 - 5846 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTBt





logoEV