Senigallia Città Aperta: un nuovo modo di raccontare e vivere la città

13/04/2018 - "Senigallia Città Aperta" è un progetto innovativo di raccontare la città. Si artcola in un corso multidisciplinare di storytelling per costruire la mappa emotiva di Senigallia attraverso lo sguardo dei giovani abitanti e frequentatori della città.

Il corso, a numero chiuso, è articolato in tre moduli – scrittura, visual design, poesia – in cui i giovani, under 35, acquisiranno nuove competenze guidati professionisti. Al termine del percorso i contenuti creati dai partecipanti confluiranno in una guida e in un'app interattiva che accompagneranno cittadini e visitatori nell’esplorazione emotiva di Senigallia.

"L'obiettivo è quello di coinvolgere i giovani nel racconto della città - ha spiegato l’assessore all’Innovazione tecnologica Chantal Bomprezzi - crando una guida giovane di Senigallia che suggerisca non solo i posti più frequentati e i principali eventi cittadini, ma anche le piazze, i parchi, i luoghi in cui si vivono quelle esperienze fondamentali per l’incontro con i coetanei, la condivisione, la crescita, anche professionale, in quanto individui”.

I testi e le immagini prodotti durante il corso serviranno infatti ad offrire una nuova visione della città raccontando non tanto i luoghi piú noti, ma anche le tradizioni e l'evoluzione di certi quartieri. I contenuti realizzati confluiranno in una mappa e in un’app multimediale gratuita denominata Art Walks, dalla quale potranno essere scaricati e condivisi in forma di cartolina digitale attraverso i più diffusi social network.

Senigallia Città Aperta è realizzato da un partneraritato che vede come capofila Sineglossa, associazione formata da un gruppo di artisti provenienti da differenti background. Del partenariato fanno parte anche il Comune e la Cna di Senigallia, l’associazione Lapsus e lo Spazio autogestito Arvultura. Il corso, cofinanziato nell’ambito dell’accordo tra Regione Marche e Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, è riservato a giovani under 35 ed è a numero chiuso: per candidarsi basta inviare una breve lettera di presentazione a info@sineglossa.it entro il 19 aprile.

"L'app a cui si darà vita - ha aggiunto Anna Caramia, di Sineglossa - potrà essere utilizzata da turisti, o senigalliesi. Raggiungendo tre punti della città si potrà creare una cartolina da condividere con i propri amici. Un modo per dare la caccia ai luoghi e ai racconti dell'esperienza di Senigallia che aumenta la visibilità della città, ma soprattutto contribuisce a rafforzare la coscienza civica. La condivisione di un linguaggio emotivamente coinvolgente come quello artistico facilita inoltre la creazione del senso di appartenenza".

“L’idea di un progetto – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che descrive e racconta Senigallia attraverso linguaggi suggestivi e innovativi, utilizzando punti di vista e sensibilità diverse, è molto affascinante. E lo è ancora di più in una città che oggi è più curata, che si compiace esaltando la propria bellezza, libera dal provincialismo e aperta al respiro internazionale. Dunque, un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno operato e continueranno a operare insieme per realizzarlo”.

“Senigallia Città Aperta – conclude il segretario della Cna di Senigallia Giacomo Mugianesi – è un progetto pienamente in linea con gli obiettivi della nostra associazione, che intende integrare linguaggi differenti, in particolare quello dei giovani, per far crescere le imprese e il territorio”.

Entro l'inizio di giugno il progetto dovrebbe essere completato e per tutti l'applicazione sarà scaricabile gratuitamente.







Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2018 alle 19:17 sul giornale del 14 aprile 2018 - 666 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo, Senigallia città aperta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTzo





logoEV