Comitato sull'ospedale: "Le promesse non mantenute, e allora se ne fanno altre"

ospedale di senigallia 13/04/2018 - Dopo i famosi 6 mesi chiesti dal Sindaco Mangialardi per verificare le condizioni dell’Ospedale di Senigallia, ad esempio la situazione della Risonanza Magnetica, e le dimissioni paventate dall’Assessore Girolimetti se non vi fosse più stata l’Utic di Cardiologia a Senigallia, cosa verificatasi.

Questa è la situazione SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.
-La Risonanza Magnetica non è ancora stata installata e non si sa quando lo sarà ed eventualmente si dovrà dire grazie solo a Striscia la Notizia da noi chiamata che ha portato allo scoperto le incompetenze sanitarie (il macchinario era maggiore del locale in cui doveva entrare). Le ultime “promesse, da marinaio diciamo noi, sono state date a Striscia la Notizia e le sentiremo prossimamente in onda sul Tg satirico di Canale 5;
-L’Otorinolaringoiatria non ha il day-surgery come promesso dell’Assessore Girolametti, ma è ridotto a semplice ambulatorio dove accedere giornalmente e scoperto completamente per la reperibilità notturna, senza nemmeno la UOSD che perlomeno garantirebbe i piccoli interventi;
-L’Utic, come ormai denunciato da molti mesi sia da noi che dal Tribunale dei Diritti del Malato e dal M5S, è stata trasformata da Terapia Intensiva in Cardiologia Riabilitativa con il “brillante” risultato di penalizzare i cittadini e confondere i professionisti sanitari che al momento stanno contravvenendo a quanto disposto dalla determina Asur 732/2017 prendendosi così grosse responsabilità (assessore Girolametti le sue dimissioni dove sono?);
-Laboratorio Analisi allo sbando da tempo, con personale di front-office insufficiente, senza i necessari 4 sportelli di accettazione aperti , con una dirigenza che si rimpalla le responsabilità e cittadini arrabbiati che si sfogano sui social (una mamma intesta il post “Triste cronaca di una morte annunciata”);
-Pronto Soccorso senza Tac e con Telecomandato rotto, il cui pezzo, individuato male per una errata valutazione tecnica, non è stato sostituito da ben 13 giorni. Gli operatori sono obbligati a portare i pazienti in barella o in sedia a rotelle dal Pronto Soccorso alla Radiologia passando per i sotterranei con sforzi che minano la loro incolumità fisica; Ora l’Assessore Girolametti assicura l’impegno per l’installazione della Risonanza Magnetica entro l’estate e della Tac al Pronto Soccorso entro il 2018.

Visti i risultati negativi delle promesse precedenti gli chiediamo: ci dobbiamo preoccupare?? Consigliere Volpini sarebbe il caso di interloquire con il Comitato e interagire per salvare il DEA di primo livello del nostro Ospedale? Anche se, visti i risultati ottenuti fino ad ora, ci crediamo poco ma ci speriamo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2018 alle 14:40 sul giornale del 14 aprile 2018 - 1218 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTzt