Senigallia: massaggi hard nel centro estetico cinese, in 5 a processo

11/04/2018 - Si è svolta mercoledì presso il Tribunale di Ancona l'udienza relativa al processo penale a carico di quattro cittadini cinesi (di 34, 39, 46 e 47 anni) e una donna italiana di 47 anni, accusati di aver gestito un centro estetico di massaggi in cui in realtà si prostituivano almeno 15 ragazze cinesi.

I responsabili erano stati arrestati nel corso di un'operazione di polizia nel marzo del 2015. La donna, difesa dall'avvocato Corrado Canafoglia, in particolare è accusata di aver utilizzato la propria qualifica professionale per svolgere massaggi per aprire il Centro che offriva in realtà anche prestazioni sessuali.

Le indagini, condotte dalla Polizia, che hanno riguardato il periodo dal maggio 2013 al marzo 2015, si sono basate su intercettazioni telefoniche e ambientali (video), ma anche appostamenti fuori dal centro estetico.

Fermate una quarantina di persone italiane, tutto uomini, senigalliesi (tra cui anche noti imprenditori della zona), che fruivano delle prestazioni del centro pagando dai 30 ai 100 euro. Gli uomini fermati hanno tra i 25 ai 40 anni.

Nel corso dell'udienza è stato ascoltato l'ispettore di polizia Vici che ha ricostruito la vicenda. Più gruppi di cittadini cinesi si sono ceduti nel tempo l'attività. Ascoltata anche la Guardia di Finanza che ha riferito di ingenti somme di denaro a disposizione per gestire le transazioni.

L'udienza davanti al Pm Vianello, è stata ora rinviata al 9 maggio per lasciare tempo al perito incaricato di visionare i video delle interectatazioni ambientali e vagliare le intercettazioni telefoniche





Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2018 alle 21:37 sul giornale del 12 aprile 2018 - 1496 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTv9





logoEV