Il Comitato: "L'argomento sanità è un tabù per gli amministratori di Senigallia?"

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia 22/03/2018 - Leggiamo con soddisfazione, come cittadini che godono della sanità pubblica, di interventi di Eccellenza al cuore all’Ospedale Torrette.

L’ installazione di un cuore artificiale di ultima generazione, primo intervento del genere in Italia, ci rende orgogliosi di essere entrati in possesso di questa specialistica e ci riempie di gioia per il cittadino che, da ora in poi qualora necessiti di questo tipo di cura sanitaria, non sarà più soggetto a viaggi della speranza fuori regione con annessi disagi per tutta la famiglia. Leggiamo anche dell’arrivo della sicurezza privata al Carlo Urbani di Jesi, con controllo degli accessi e un presidio di vigilanza armata al Pronto Soccorso, del Presidente Ceriscioli che incontra la delegazione del PD di Jesi per discutere le politiche sanitarie del territorio, dell’arrivo in Broncopneumologia sempre di Jesi di un Pneumologo, dietro sollecitazione del Sindaco Bacci… Questo leggiamo sulla cronaca di di Ancona e di Jesi…e di Senigallia invece??

Leggiamo notizie, certamente importanti per i cittadini, quali montagne di detriti in spiaggia, il tutto esaurito per il Sumer Jamboree, mostre pittoriche del Correggio ma sulla Sanità pubblica del nostro Ospedale non leggiamo nulla di buono. -Che vada tutto bene se La Risonanza Magnetica non è ancora stata installata e non si sa quando lo sarà ed eventualmente si dovrà dire grazie solo a Striscia la Notizia da noi chiamata che ha portato allo scoperto le inadempienze sanitarie? -Che vada tutto bene se L’Otorinolaringoiatria non ha il day-sargery come promesso ma è ridotto a semplice ambulatorio dove accedere giornalmente e scoperto completamente per la reperibilità notturna, senza nemmeno la UOSD che garantirebbe i piccoli interventi? -Che vada tutto bene se L’Utic, come ormai denunciato da molti mesi sia da noi che dal Tribunale dei Diritti del Malato e dal M5S, è stata trasformata da Terapia Intensiva in Cardiologia Riabilitativa con il “brillante” risultato di penalizzare i cittadini e confondere gli operatori sanitari che al momento stanno prendendosi così grosse responsabilità?

Queste è solo una piccola rappresentazione delle difficoltà del nosocomio senigalliese a cui aggiungiamo il Laboratorio Analisi, il Pronto Soccorso etccc. Se va tutto bene lo dicano i cittadini ai quali diciamo: #FacciamociSentire https://www.facebook.com/ComitatoDifesaOspedaleSenigallia/





Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2018 alle 15:56 sul giornale del 23 marzo 2018 - 623 letture

In questo articolo si parla di sanità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSWh





logoEV