Arrestato stalker, perseguitava da anni la ex moglie. Ora è in carcere

22/03/2018 - Non riusciva a rassegnarsi alla fine del loro matrimonio. E' così che un 50enne ha deciso di continuare a perseguitarla fin sotto casa di lei.

Era già stato condannato, con sentenza definitiva, per atti persecutori verso la ex coniuge il 50enne che non si rassegnava a mettere la parola fine alla loro relazione. Un provvedimento che prevedeva la sospensione della pena dei 6 mesi di reclusione, ma la condanna non aveva influito sul comportamento dell'accanito persecutore, che continuava ad appostarsi sotto casa della vittima, intimorendola con minacce e molestie, nonostante i numerosi interventi della Polizia.

Un comportamento che mortificava le abitudini di vita della donna, costantemente perseguitata dall'incombente ombra del ex-marito, fino all'episodio culminante di fine febbraio, quando il comportamento dell'ex, sempre appostato sotto casa della moglie, sfociava in un'aggressività tale da fare temere la vittima per propria incolumità, tanto da chiedere l'ennesimo soccorso delle forze di Polizia.

Una situazione insostenibile per la vittima secondo il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ancona, che emetteva un’Ordinanza di applicazione della custodia in carcere, in seguito alla quale gli Agenti della Squadra mobile della Questura di Ancona, si presentavano nella giornata di martedì alla porta dello stalker. L'uomo veniva prima portato in Questura per le formalità di rito, per condurlo poi al carcere di Montacuto a disposizione delle autorità Giudiziarie.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it




Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2018 alle 16:12 sul giornale del 23 marzo 2018 - 325 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSXt