#dallapartedinice, Francesco Cavalli incontra i ragazzi del Liceo Medi e la città di Senigallia

19/03/2018 - Nel 2018 sono ancora tantissime le donne che subiscono violenze di ogni genere soprattutto in Africa dove si inizia già da piccole con mutilazioni genitali ed aberrazioni simili. Per conoscere meglio la gravità della situazione e per far si che si smettano tali barbarie il Liceo Scientifico E Medi, la Scuola di Pace Buccelletti ed il Comune di Senigallia, con la partecipazione dell’associazione “Hic sunt leones”, hanno organizzato due importanti incontri intitolati #dallapartedinice.

Un importante incontro tutto dedicato agli studenti del “Medi” si terrà presso l’aula magna d’Istituto mercoledì 21 marzo a partire dalle ore 9; un altro incontro aperto a tutta la cittadinanza senigalliese si terrà invece le sera precedente, ovvero martedì 20 marzo alle ore 21:00, presso l’auditorium San Rocco. In entrambi gli appuntamenti, Francesco Cavalli dell’associazione “Hic sunt leones” perlerà dell’importante progetto polimediale e divulgativo #dallapartedinice. Nice Nailantei Leng’ete è stata una bambina coraggiosa e ora è una donna masai di 24 anni, cresciuta in un villaggio rurale ai piedi del Kilimanjaro. Nata in una tribù di pastori, Nice ora è operatrice di Amref e si sta battendo per l’eliminazione delle FGM (cioè mutilazioni genitali femminili). Si è fatta promotrice dell’adozione di “riti di passaggio” alternativi per le ragazze masai. Quella di Nice è una storia di lotta e determinazione perché alle ragazze masai sia concesso di vivere da donne e sognare senza essere dominate dagli uomini.

Lei ha dovuto rompere gli schemi, ribellarsi, fuggire, essere picchiata perché ha detto no al “taglio” e lo ha fatto all’età di otto anni. Essere dalla parte di Nice per essere dalla parte di tutte quelle bambine, adolescenti e donne che lottano quotidianamente contro il potere maschile, contro le violenze della strada, della guerra, dala parte di quelle che si ribellano a diventare spose da adolescenti, senza diritti, senza istruzione e senza futuro. ( http://www.dallapartedinice.org ) Francesco Cavalli è operatore della comunicazione, direttore generale del network Icaro Communication che raccoglie attorno a se numerose realtà, tra cui radio, televisione, internet e un centro di videoproduzione. Direttore di produzione di decine di documentari e vari programmi televisivi. Consulente del programma Radici di RaiTre. Tra i fondatori del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi che ha diretto per i suoi 20 anni di attività ha seguito da vicino il caso Ilaria Alpi con reportage, inchieste e più viaggi in Somalia. Nel 2006 realizza il documentario inchiesta “Somalia-Italia”, con Alessandro Rocca, presentato al Premio Ilaria Alpi del 2007 e all’interno di Piemonte Movie 2009. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo La strada di Ilaria (Milieu edizioni).

Fa parte del pool di giornalisti che hanno ideato e realizzano l’Atlante dei conflitti e delle guerre nel mondo, giunto alla sesta edizione nel 2015. Negli anni 2001-2009 è stato assessore alla cultura del comune di Riccione e vicepresidente del coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani e ha collaborato alla realizzazione delle ultime marce per la pace Perugia – Assisi, tra cui quella del 2012 in Palestina. Dal 2007 è vicepresidente di Amani, una ong laica che sostiene progetti in Kenya, Zambia e Sudan. ( http://www.dallapartedinice.org ) Agli incontri interverranno anche il dirigente scolastico del Liceo Medi, prof. Daniele Sordoni, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e Marzia Bianchini presidente della Scuola di Pace “Vincenzo Buccelletti”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2018 alle 18:05 sul giornale del 20 marzo 2018 - 311 letture

In questo articolo si parla di scuola, cultura, liceo scientifico E. medi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSOZ





logoEV