Gli imprenditori visitano l’IIS "Bettino Padovano"

07/03/2018 - Venerdi 23 febbraio, alle ore 18.30, si è svolto nei locali dell’Aula Magna dell’IIS ‘Bettino Padovano’ di Senigallia, l’atteso incontro con le associazioni imprenditoriali del territorio senigalliese.

Alla presenza del Dirigente Scolastico, professoressa Anna Maria Nicolosi, del vicario prof. Simone Ceccacci, dei membri dello Comitato Tecnico Scientifico dell’Istituto, proff. Fabio Candelaresi, Mirco Carboni, Mario Procaccini, Gian Carlo Verdini e Luciano Sgro e dei rappresentanti dei genitori del Consiglio di Istituto, si sono confrontati i maggiori esponenti dell’imprenditoria del territorio senigalliese, membri del G.I.S. (Gruppo Imprenditori Senigalliesi) e del G.I.O. (Associazione Imprenditori e Professionisti Valli Misa e Nevola), i sigg. Montesi, Biancini, Ceccarelli, Scattolini, Antognoni, Rotatori e Lacché, Franceschini, Mancini, Mandolini, Sbarbati.

La prolusione della Dirigente ha illustrato le dimensioni assunte nel corrente Anno Scolastico dal ‘Padovano’: 900 studenti, di cui 250 nella sede di Arcevia, 157 insegnanti, 43 membri del personale ATA, tra collaboratori scolastici, personale della Segreteria, Tecnici e DSGA. L’Istituto, tra le 2 sedi di Senigallia ed Arcevia offre all’utenza 2 corsi ITIS (Meccanica Meccatronica ed Energia e Chimico Biologico Ambientale) e 5 corsi IPSIA, che rilasciano, oltre al Diploma di Maturità quinquennale anche la Qualifica Regionale alla fine del primo triennio di studi, divisi in Manutenzione ed Assistenza Tecnica (opzione Meccanica, Elettronica ed Elettrotecnica), Produzioni Industriali ed Artigianali (Settore Moda e Abbigliamento) e Servizi Socio Sanitari (Operatore del Benessere-Estetista), mentre è in programma la richiesta di attivazione del Corso ITIS di Informatica.

Gli studenti possono partecipare a numerosi progetti, ormai entrati a regime, quali la Settimana Bianca, la Settimana Verde, la Settimana in Lingua, Arte e Paesaggi, Storia Arte e Natura, Un tuffo nella Storia. A questo punto ha preso la parola il prof. Candelaresi, Referente per l’Alternanza Scuola-Lavoro, ha esplicitato le dimensioni assunte ormai dall’ASL, fondamentale pilastro della formazione tecnica e professionale dei ragazzi dell’Istituto: 392 alunni coinvolti nell’Anno Scolastico in corso e 350 convenzioni attivate con le imprese del mondo del lavoro, molte delle quali, alla conclusione del percorso scolastico quinquennale, assumono direttamente i ragazzi che hanno fatto gli stages nelle loro aziende.

La collaborazione tra la scuola e le aziende vede coinvolte più di 400 aziende dell’hinterland (tra ITIS, IPSIA di Senigallia e Arcevia) ed è destinata a crescere, coinvolgendo tutti i soggetti della filiera: DS, Referente ASL di Istituto, Coordinatori di Classe, Tutor Scolastici, DSGA, Segreteria e personale ATA. Esperti esterni, Enti ed Associazioni di Categoria.

A seguire ha preso la parola il prof. Procaccini, che ha illustrato ai partecipanti una delle grandi novità previste dal Jobs Act, il Sistema Duale che, dopo un anno di sperimentazione in tutta l’Italia, che ha visto coinvolti 21000 ragazzi e 10000 che hanno ottenuto un contratto di apprendistato di primo livello, ha assunto i caratteri di ‘sperimentazione stabilizzata’.

Mutato da alcuni Paesi del nord Europa, come Germania e Finlandia, ma ormai presenti anche in Spagna, si è rivelato un vantaggio reciproco per studenti e aziende, una ‘cerniera’ tra scuola e lavoro che vede le istituzioni formativa e i datori di lavoro collaborare fianco a fianco per costruire una figura professionale adeguata alle esigenze dell’impresa e permettere ai giovani di conseguire la Qualifica Professionale e, al termine del percorso scolastico un diploma professionale.

Il Sistema Duale permette l’assunzione, dai 15 anni di età, di Apprendisti di I livello, lungo un percorso tra scuola e lavoro che mira a conseguire il diploma quinquennale. Dopo un periodo di prova di 90 giorni, il ragazzo è inserito nel progetto e ottiene un contratto di lavoro per 2080 ore annue; parallelamente, alcuni giorni alla settimana deve continuare a frequentare la scuola e in caso di bocciatura si interrompe il contratto di lavoro: imparare un lavoro senza però trascurare lo studio teorico e la frequenza scolastica.

Il ‘Padovano’ da quest’anno ha cominciato a inserire i primi alunni nelle aziende (che, è bene ricordarlo, usufruiscono di notevoli agevolazioni fiscali riguardo ai contributi da versare per l’apprendista) e i risultati fanno ben sperare per il futuro ‘allargamento’ del progetto.

Il programma è proseguito con la proiezione di un video esplicativo delle numerose attività dell’Istituto, precedentemente illustrate dai relatori e in conclusione, hanno preso la parola alcuni esponenti del G.I.S e del G.I.O: tutti hanno rimarcato la irrinunciabile necessità del legame tra scuola e impresa e dell’importanza del Alternanza Scuola Lavoro, vista anche alla luce delle condizioni favorevoli offerte dalle recenti normative (v. Jobs Act). È stato importante rendersi conto di persona della rinata ‘fioritura’ della scuola dopo la terribile alluvione che tanti danni aveva prodotto: punto di partenza per una rinnovata collaborazione che vede gli imprenditori del territorio molto motivati a incentivare i rapporti, già stretti, con l’Istituto.

Alcuni imprenditori hanno altresì richiesto alla scuola copia del video esplicativo delle attività svolte all’interno dell’Istituto, in modo da poterlo diffondere capillarmente tra i membri delle Associazioni, mentre viene ribadita l’importanza della Istruzione Professionale nella formazione dei futuri addetti ai lavori. In particolar modo è stata messa in luce la necessità che ogni lavoratore dovrà in futuro assumere in sé più funzioni, in vista della Impresa 4.0, prossimo traguardo (e certamente non l’ultimo) cui è necessario mirare per poter competere ai massimi livelli con gli standard, già oggi elevati di conoscenze e competenze necessari per inserirsi ed essere competitivi nel modo del lavoro globalizzato.

Al termine degli interventi gli ospiti hanno visitato l’Istituto (aule, laboratori, officine, ecc.) guidati dai responsabili dei laboratori che hanno illustrato le fasi del lavoro ed hanno risposto alle numerose domande poste loro dagli attentissimi ospiti. La serata si è conclusa verso le 21.30 con la degustazione di un ricco buffet di cibi e vini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2018 alle 12:01 sul giornale del 08 marzo 2018 - 911 letture

In questo articolo si parla di cultura, ipsia, senigallia, ipsia bettino padovano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSnU





logoEV