Gli studenti senigalliesi manifestano contro la Buona Scuola

24/02/2018 - Venerdì 23 Febbraio, gli studenti senigalliesi, affiancati dai professori e con la partecipazione dei collettivi studenteschi di Pesaro e Fabriano, sono scesi in piazza per manifestare contro l'alternanza scuola lavoro e contro la Buona Scuola nonostante le intimidazioni del preside di uno degli istituti di Senigallia.

La manifestazione è stata partecipata e gli studenti che ne hanno preso parte erano molto coinvolti. Vi sono stati diversi interventi per spiegare le motivazioni della manifestazione, vi è stato anche un intervento sul'antifascismo, che ci sembrava d'obbligo dopo le ultime vicende, sopratutto a Macerata.
Vogliamo comunicarvi che noi studenti siamo tutti antifascisti e tutti convinti che l'alternanza scuola-lavoro sia una presa in giro nei nostri confronti da parte del governo.

La battaglia che stiamo portando avanti è una battaglia contro la destrutturazione totale dell’istruzione pubblica e contro la manipolazione ideologica che vogliono attuare sulle nuove generazioni, abituandole sin dall’età di 15 anni al lavoro gratuito, allo sfruttamento lavorativo, alla competizione e all’individualismo.
Vogliamo una scuola pubblica, che ci permette di vivere anche la quotidianità all'interno della scuola in modo più attivo e riconosciuto da chi di dovere. Vogliamo poter decidere del nostro futuro!







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2018 alle 13:01 sul giornale del 26 febbraio 2018 - 1296 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aR1N