Faceva prostituire 16enne in un camper, 42enne a processo. Ascoltati gli amici della giovane

23/02/2018 - Si è svolta giovedì, a porte chiuse, ad Ancona, l'udienza del processo alla 42enne di Senigallia accusata di induzione e favoreggiamento della prostituzione di una 16enne, all'interno di un camper lungo la statale Adriatica.

Nel corso dell'udienza sono stati ascoltati alcuni testimoni, tra cui alcuni amici della ragazza e la mamma.
La 42enne era stata arrestata dai carabinieri nel marzo 2017. Erano stati i genitori, insospettiti dal comportamento della figlia a far scattare le indagini, dalle quali è emerso che la minorenne si prostituiva in un camper messo a disposizione dalla donna che organizzava gli appuntamenti, anche attraverso annunci su siti interent.

Parte civile del processo si sono costituiti i genitori della ragazza, rappresentati dagli avvocati Massimo Canonici e Stefania Frega, mentre la giovane è difesa dal legale, l’avv. Anna Vittoria Banzi. Hanno chiesto un risarcimento di 100mila euro, da devolvere alla Lega del Filo d’Oro di Osimo. La prossima udienza è fissata per il 22 marzo.





Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2018 alle 09:22 sul giornale del 24 febbraio 2018 - 3870 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRXQ