Una donna ai Carabinieri: "Un parcheggiatore abusivo mi ha rapinata". Tutto falso, denunciata

carabinieri senigallia 11/02/2018 - Si presenta alla Caserma dei Carabinieri di Via Marchetti per denunciare di essere stata rapinata di 500 euro da uno dei parcheggiatori extracomunitari che si trovano alla ex Pesa. I Carabinieri approfondiscono la vicenda e scoprono che donna si è inventata tutto.

Era la prima denuncia formale sporta alle forze dell'ordine per furto o rapina da parte dei parcheggiatori extracomunitari ma si è scoperto che la presunta vittima si era inventata tutto e alla fine è lei ad essere stata denunciata per simulazione di reato. Protagonista della vicenda una 45enne, straniera ma residente a Senigallia, che giovedì scorso alle 17,30 si è presentata in caserma riferedno ai militari di essere stata vittima, poco prima, di una rapina. La 45enne ha raccontato che intorno alle 13 aveva parcheggiato all'ex Pesa e a piedi si era poi recata presso la banca situata in corso II Giugno per prelevare 500 euro dal suo conto.

Operazione che la donna avrebbe fatto direttamente alla cassa e non allo sportello bancomat. Subito dopo sarebbe tornata, per la stessa strada, verso il parcheggio. Arrivata alla sua auto, proprio mentre apriva lo sportello, avrebbe sentito la voce di un uomo che le diceva “Dammi i soldi” e contemporaneamente avrebbe sentito qualcosa puntato alle spalle. La donna ha riferito ai carabinieri di aver cercato di opporre resistenza negando di avere soldi ma l'uomo avrebbe insistito e alla fine avrebbe infilato la mano nella tasca della giacca della donna afferrando così la piccola mazzetta di denaro poco prima prelevata in banca. Con i soldi in mano l'uomo si sarebbe poi allontanato. Dopo un primo momento di panico la donna, ha ancora aggiunto ai militari, avrebbe trovato il coraggio di voltarsi e a quel punto avrebbe visto scappare un uomo di colore, uno dei possibili parcheggiatori che frequentano l'area di sosta della ex Pesa.

Il racconto della donna non ha però convinto i miliari della compagnia guidata dal maggiore Cleto Bucci che hanno effettuato delle verifiche. In particolare, ad insospettire i militari, il fatto che dell'episodio riferito non ci fosse traccia nei filmati delle telecamere della zona. A quel punto hanno approfondito anche la vicenda con la banca scoprendo che la 45enne non aveva affatto prelevato 500 euro ma anzi aveva versato una piccola somma necessaria per coprire uno scoperto sul suo conto. A quel punto la situazione si è completamente ribaltata. La donna oltre ad essersi inventata di sana pianta la rapina (probabilmente per giustificare a qualcuno la mancanza di denaro) ha anche alimentato i timori, da tempo manifestati dagli automobilisti, nei confronti dei parcheggiatori abusivi. Alla fine la 45enne è stata denunciata per simulazione di reato.





Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2018 alle 10:10 sul giornale del 12 febbraio 2018 - 6437 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRzE





logoEV
logoEV