Furto della pistola in casa, nessuno procedimento disciplinare per la Vigilessa derubata

Vigili urbani 09/02/2018 - La pistola era smontata in tre parti e custodita nella cassoforte. Questo basterebbe per "scagionare" la Vigilessa, vittima del furto in casa di gioielli e della pistola di ordinanza, da provvedimenti disciplinari.

La Vigilessa, che si era assentata da casa per delle commissioni, al rientro ha trovato la cassaforte scassinata. All'interno c'erano alcuni gioielli e la pistola Beretta 81 calibro 7.65 in dotazione alla Polizia Municipale. La Vigilessa ha subito denunciato l'episodio alla Polizia e informato dell'accaduto il suo superiore anche se la comunicazione ufficiale al Comune, proprietario formalmente della pistola, è arrivata successivamente.

"Ci sembra che siano state rispettate tutte le procedure -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- la vigilessa ha denunciato subito il furto alla Polizia e poi ha avvertito anche il suo superiore".





Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2018 alle 08:54 sul giornale del 10 febbraio 2018 - 3621 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, vigili urbani, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRwI





logoEV