Un paziente sull' Utic: "Il servizio c'è e funziona, non toccatelo"

ospedale di senigallia 05/02/2018 - Il giorno 23.01.2018 ho avuto un malore e mi sono portato presso il Pronto Soccorso di Senigallia, e dopo un accurato controllo da parte loro sono stato ricoverato nel reparto UTIC ed affidato nelle sante mani della Dott.sa Elena Falchetti.

Immaginate una persona dinamica di 52 anni che ad un certo punto della sua vita viene catapultato in un altra dimensione, quella della malattia e sofferenza dovuta ai capricci di un cuore ballerino, che fino a quell'istante non aveva mai dato nessun problema. Bene, la Dott.sa Falchetti con la sua professionalità e saggezza, mi ha spiegato cosa mi stava capitando e mi ha affidato ai suoi angeli di infermieri dell'UTIC, come Katia, Roberto, Agostino, giusto per nominare qualcuno, i quali tutti mi hanno assistito, curato e guidato in questo nuovo percorso con loro, e mi hanno fatto capire cosa significa lavorare per gli altri, e sopratutto alleviare le sofferenze di chi non riesce a farcela solo.

Tutta l'Equipe del Dr.Mariani, compreso il reparto di cardiologia, è un fiore all'occhiello per l'ospedale di Senigallia.Tutto ciò, è rivolto ai nostri politici e non, che anzichè vantarsi di avere un'eccellenza come il nostro ospedale, stanno facendo di tutto per affossarlo o addirittura chiudere il reparto UTIC. Giù le mani dall'UTIC!

Gabriele Grieco





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2018 alle 12:55 sul giornale del 06 febbraio 2018 - 3178 letture

In questo articolo si parla di attualità, un lettore di Vs e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRnj