Gli scout ricordano il compagno suicida: "Era sempre sorridente, perchè un gesto simile?"

29/01/2018 - La notizia del tragico suicidio del 14enne scout, avvenuto venerdì sera nella sede del Cngei, ha profondamente scosso tutta la comunità. Anche la sezione scout di Ancona ha voluto esprimere la propria vicinanza ai genitori di Ghiennadi Mazzanti.

"Abbiamo appreso del suicidio di uno scout, un Esploratore, un Capo Pattuglia di 14 anni, nella propria sede… ed è un nostro ragazzo, della Sezione di Senigallia -afferma il presidente della sezione Cngei di Ancona Giuseppe Attilio Trotta- Abbiamo telefonato a Giampiero, Commissario della Sezione, per presentare la nostra vicinanza, la condivisione del dolore e la nostra vicinanza e nel pomeriggio Dede è andato a Senigallia per essere ancora più vicino in questo tristissimo momento. Giampiero piangendo, si chiedeva del perchè di un gesto così estremo da parte di un Capo Pattuglia sempre sorridente e apparentemente sereno. Vogliamo pensare che il nostro fratellino abbia scelto di morire nella sede scout anzichè altrove, perchè la sentiva come se fosse la sua casa. Buona caccia fratellino nei pascoli dell’infinito".





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2018 alle 11:24 sul giornale del 30 gennaio 2018 - 5891 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQ9Q