Parcheggi a pagamento: sulle tariffe orarie il Comune fa marcia indietro

maurizio mangialardi 26/01/2018 - Dietro front del Comune sull'introduzione della nuova tariffa oraria per la sosta a pagamento in centro e sul lungomare. Dal 15 gennaio infatti erano in vigore le nuove tariffe per parcheggiare sulle strisce blu.

La novità principale riguardava il fatto che erano state abolite le frazioni di ora. ossia si pagava un euro per un'ora minimo. Chi voleva utilizzare la sosta per meno tempo poteva ricorrere al pagamento tramite la app MyCicero che consente di sostare gratis per i primi 30 minuti. La questione della tariffa oraria minima però non è andata giù agli utenti e il Comune ha deciso di rivedere il provvedimento.

E così dal 24 gennaio si è tornato al vecchio sistema. Si potrà sostare sulle strisce blu pagando a partire da un quarto d'ora. Confermate le tariffe che restano di 25 centesimi per quindici minuti, proseguendo in proporzione fino ad arrivare ad un euro per un'ora. Sempre più utilizzato dagli utenti anche il pagamento della sosta tramite la applicazione MyCicero, scaricabile gratuitamente da Apple Store e Google Store, che consente diverse agevolazioni. La prima è che pagamento con MyCicero i primi 30 minuti di sosta sono sempre gratuiti, inoltre e' possibile, programmando il parcheggio direttamente dal telefonino, pagare per gli effettivi minuti di sosta. E' possibile infatti prorogare o anche interrompere anticipatamente la sosta.

"Il parcheggio a pagamento è una grande opportunità -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- e lo dico con grande convinzione. E' una opportunità soprattutto per i commercianti che possono inventare decine di stragegie di marketing e fidelizzare il cliente". Tra l'altro, appena completati i nuovi parcheggi, il Comune procederà ad una riorganizzazione della sosta in una ottica di "omogeneizzare i pagamenti" al fine di eliminare le differenze tra disco orario, sosta libera, e vari mix.

Il sindaco rassicura anche gli anziani e i poco avvezzi all'uso del telefonino. "Per chi non vuole usare la app è sufficiente chiamare il numero verde presente in tutti i parcometri -aggiunge Mangialardi- comunicando l'inizio e la fine della sosta e pagamendo in questo modo la sosta effettiva".





Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2018 alle 06:14 sul giornale del 27 gennaio 2018 - 4858 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQ2H