Basket: Coach Foglietti analizza l'amara sconfitta con Teramo

stefano foglietti 25/01/2018 - Iniziata la marcia di avvicinamento verso la sfida casalinga contro Ortona di domenica, prima di due partite casalinghe consecutive, la Goldengas è tornata al lavoro dopo la sfortunata trasferta di Teramo. Occasione per continuare l'inserimento di Gurini, arrivato lo ricordiamo solo due giorni prima della trasferta abruzzese.

Tornando alla vittoria sfumata contro la formazione dell'ex Piero Bianchi possiamo definirla una trasferta sfortunata per l'esito (con i teramani vincenti di fatto sulla sirena) ma possiamo altrettanto dire che è la conferma, l'ennesima, di avere a che fare con una Goldengas capace di giocarsela con tutti.

Coach Foglietti, comprensibilmente, con l'amaro in bocca nel post partita.

“Per come si era messa la partita, col vantaggio anche in doppia cifra, invece di stringere le maglie le abbiamo allargate e abbiamo subito i loro rimbalzi d'attacco, perdendo anche molti palloni, più che altro per la voglia che ci ha messo Teramo su quei palloni, nella seconda parte della partita, che ha permesso agli abruzzesi di rientrare. Nonostante l'assenza di Cicognani Teramo è una squadra di tutto rispetto con dei tiratori capaci di farti malissimo e non gli puoi concedere nulla. Siamo entrati nel terzo quarto cercando di tenerli cambiando su ogni blocco e per qualche minuto siamo riusciti a tenere Teramo a secco, poi quando hanno ritrovato il canestro si sono accesi. Ce la siamo giocata fino alla fine, l'unica cosa positiva è che abbiamo salvato la differenza canestri anche se è molto presto per pensare a questo, bisogna pensare ai due punti perchè la classifica continua a rimanere molto corta.”

Sugli spalti del PalaScapriano anche Luigi Lamonica, arbitro internazionale con partecipazioni sia alle Olimpiadi che ai Mondiali così come agli Europei oltre ad essere una presenza fissa sui campi dell'Eurolega.

“E' stata una partita molto intensa con due belle squadre in campo. Molto combattuta, se la sono giocata fino alla fine punto a punto. Sono rimasto impressionato dalle percentuale al tiro da tre di Senigallia soprattutto nella prima metà di gara. Teramo nel secondo tempo ci ha messo forse più cuore, pensando a tutti quei rimbalzi d'attacco che ha preso quasi con rabbia. E quei possessi in più hanno fatto la differenza.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2018 alle 12:26 sul giornale del 26 gennaio 2018 - 295 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, senigallia, pallacanestro, A.S.D. Pallacanestro Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQ2V