Frosinone: suicida il padre accusato di aver abusato della figlia 14enne

polizia 113 22/01/2018 - Aveva raccontato in un tema scritto a scuola gli abusi perpetrati in diverse occasioni dal padre. L'uomo, un 54enne, agente di polizia penitenziaria, si è tolto la vita impiccandosi nella casa nella quale si trovava dopo l'allontanamento dalla famiglia.

La ragazzina, una 14enne che vive in un piccolo centro in provincia di Frosinone, in un tema dal titolo "Racconta alla mamma qualcosa che non le hai mai detto", aveva scritto nero su bianco degli abusi avvenuti quando la donna non era in casa. L'insegnante aveva quindi deciso di informare il preside che aveva allertato la polizia. Una storia terribile che solo in quella occasione la ragazzina aveva trovato il coraggio di raccontare.

Pare che l'uomo avesse abusato anche della sorella, ormai 28enne della ragazzina e di questo la mamma aveva iniziato a nutrire dubbi, tanto da chiedere alla 14enne di non rimanere sola in casa con il padre. L'uomo non ha retto alle accuse e si è tolto la vita. La 14enne è ora assitita da una psicologa.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2018 alle 11:17 sul giornale del 23 gennaio 2018 - 1148 letture

In questo articolo si parla di polizia, redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQUZ