A Macerata la terza edizione della Giornata della Polizia locale delle Marche

21/01/2018 - Terza edizione per la Giornata della Polizia locale delle Marche che è stata celebrata sabato mattina a Macerata.

La ricorrenza, dopo il terremoto nelle Marche, ha assunto quest’anno una connotazione più ampia ed è divenuta occasione di riflessione sull’emergenza, di incontro e informazione sulle numerose attività svolte dagli agenti. Gli eventi sismici che hanno interessato le Marche dall’agosto 2016 in poi hanno infatti determinato un impegno costante da parte degli operatori della polizia locale in stretta collaborazione con tutte le forze dell’ordine, non solo nel sostegno materiale ed emotivo immediato alla popolazione, ma anche nelle attività di controllo, sorveglianza, anti sciacallaggio, compresa la gravosa attività burocratico-amministrativa del post sisma e della ricostruzione.

Per questo motivo, nel corso della Giornata (istituita con legge regionale 17 febbraio 2014 n.1 “Disciplina in materia di ordinamento della polizia locale”), oltre agli encomi al valore per gli operatori che si sono distinti per azioni e condotte meritevoli e di contributo alla sicurezza della comunità, è stato riservato un particolare plauso al merito a tutti gli operatori dei Comuni dilaniati dal terremoto. A rappresentarli tutti, nella loro generosità e professionalità, la comandante del Comune di Arquata del Tronto, simbolo del dramma che ha colpito le Marche.

La manifestazione, nel giorno di San Sebastiano patrono della Polizia locale, si è aperta con la celebrazione della Messa nella Chiesa di San Giorgio, seguita dal Corteo con i Gonfaloni e la deposizione della corona ai Caduti con picchetto d’onore. Poi al Teatro Lauro Rossi, dopo i saluti delle autorità, si è svolto l’approfondimento tematico con l’illustrazione della relazione “Il ruolo della Polizia locale nelle emergenze’.

E’ stato realizzato il primo modello operativo di Polizia di Prossimità in emergenza presente nel nostro paese e messo in campo dalla Polizia Locale della Regione Marche. Potrà diventare un modello adottabile da tutti i corsi di polizia locale italiani per affrontare situazioni relazionali critiche in emergenza. La formazione del personale rappresenta una priorità della Regione per affrontare efficacemente le emergenze e le difficoltà che gli eventi sismici comportano. Nel 2017 sono stati realizzati corsi e seminari per oltre 523 ore che hanno coinvolto circa 530 operatori del settore. Gli incontri si sono tenuti in tutto il territorio marchigiano per coinvolgere il più possibile i Comandi in un’ottica di risposta alle esigenze emerse. Attività che sta continuando con l’attivazione di nuovi corsi e seminari per il 2018.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2018 alle 17:52 sul giornale del 22 gennaio 2018 - 298 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, polizia locale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQTO





logoEV