Corinaldo: omicidio Francesco Saccinto, la Cassazione conferma la condanna a sette anni di carcere per Omar Turchi

Francesco Saccinto 18/01/2018 - La Corte di Cassazione si è pronunciata mercoledì 17 gennaio, in merito al ricorso presentato da Omar Turchi, accusato dell'omicidio nel 2013, di Francesco Saccinto.

Turchi, ubriaco, con un tasso alcolemico di quattro volte superiore al consentito e senza patente, che gli era già stata revocata, alla guida del suo furgone aveva travolto e ucciso il 15enne, Francesco Saccinto, che procedeva in sella al suo scooter. La tragedia lungo via degli Olmi Grandi, la strada che collega Corinaldo a Monterado.

Turchi era stato condannato per omicidio colposo a sette anni in primo grado, e la condanna era stata poi confermata in appello. Ora, dopo la pronuncia della Cassazione per lui si aprono le porte del carcere.

Turchi era ricorso in appello perchè gli fossero attribuite le attenuanti generiche sia legate al proprio stato psicofisico di dipendenza da alcool e droga, sia per "l'ingnavia" delle istituzioni che in quattro anni in cui aveva circolato senza patente non lo avevano mai fermato. Contro queste ipotesi il legale della famiglia di Francesco Saccinto, l'avvocato Corrado Canafoglia. "Inammissibili le attenuati - ha detto il difensore - soprattutto se consideriamo che ad aver commesso il delitto è un soggetto che subito dopo l'incidente non si è fermato a prestare soccorso e non ha mai chiesto scusa alla famiglia del ragazzo." La Corte non ha infatti riconosciuto le attenuati, confermando la condannna a sette anni.

"E' stato un processo coinvolgente emotivamente - ha aggiunto l'avvocato Corrado Canafoglia - ma siamo soddisfatti che sia stato condannato un soggetto che ha ucciso un ragazzino di 15 anni alla guida di un veicolo sotto l'effetto di alcool. La speranza è che la condanna serva da monito per il futuro: non ci si può mettere alla guida di un veicolo sotto l'effetto di alcool e droghe."

Sodisfatta della sentenza la mamma di Francesco, Simonetta Pelliccia, "Oggi Saccio ha finalmente avuto giustizia" ha scritto in un post sui social.





Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2018 alle 10:19 sul giornale del 19 gennaio 2018 - 7777 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, francesco saccinto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQN4