Tinteggiare le pareti di casa: essenziale abbinare le nuances con l'arredamento

12/01/2018 - Ridipingere la casa è una scelta importante in tema di estetica ma risulta determinante per mantenere in buono stato l'abitazione. Per un lavoro ad arte affidarsi alle cure di un professionista.

Nella scelta dei colori con cui tinteggiare le pareti di casa è determinante l'abbinamento con l'arredamento, i toni dei mobili e le dimensioni dell'abitazione.

Ad ogni arredamento corrispondono nuances precise, lo sanno bene i professionisti di settore che possono indicarvi le scelte più adeguate quando si tratta di dipingere i muri di casa.

Ad esempio nel caso in cui la scelta predominante dell'appartamento sia lo stile moderno, e nelle stanze siano stati collocati mobili dalle linee essenziali e pulite, i colori alle pareti devono essere tendenzialmente chiari, con sfumature appena accennate.

Le tendenze del momento in caso di arredamento moderno mettono in luce i toni del verde, con una gamma di tonalità in chiaroscuro che vanno dal salvia al grigio-verde, perfetti come sfondo per i mobili bianchi estremamente contemporanei.

A caratterizzare l'ambiente anche la scelta degli accessori che devono spiccare ed essere d'effetto rispetto ai colori chiari dell'arredamento, una maniera intelligente per ravvivare con gusto.

Tinteggiare le pareti: meglio affidarsi alle mani esperte di un professionista

Dipingere le pareti di casa non è un lavoro di poco conto.

Occorre essere precisi e intonacare alla perfezione in modo tale che il colore risulti uniforme e la parete appaia liscia e senza imperfezioni.

La tinteggiatura delle pareti non è soltanto una scelta in termini di stile e arredamento, infatti un lavoro fatto ad arte permette di mantenere l'abitazione in buono stato, con un aspetto sano.

All'interno delle abitazioni l'operato di un imbianchino deve estendersi dalla tinteggiatura delle pareti a quella dei soffitti, degli infissi e delle scale se realizzati in legno.

Importante dedicare la massima attenzione anche alla tinteggiatura delle parti esterne della casa, anche in questo caso considerando soprattutto la presenza delle parti in legno, alle quali dedicare interventi costanti di manutenzione perchè esposti alle intemperie.

Quando ridipingere la casa?

In linea generale in fatto di tempi gli esperti consigliano di tinteggiare le parti interne almeno ogni sette anni, se non si presentano problemi particolari.

Non è soltanto un fatto di estetica ma soprattutto di igiene per sanificare gli ambienti e renderli maggiormente vivibili anche in tema di aerazione.

Per quel che concerne le parti esterne la tinteggiatura deve essere eseguita ad intervalli meno ampi e, a seconda delle condizioni, ogni tre/cinque anni.

Far eseguire i lavori da un professionista

Si può decidere di tinteggiare anche da se le pareti di casa, ma non sempre si dispone delle competenze necessarie per la scelta dei prodotti e per l'applicazione di pitture e vernici.

Nel caso in cui si vogliano evitare problemi vari è bene rivolgersi ad un imbianchino professionista per avere la certezza di un lavoro fatto a regolare d'arte.

Se non conoscete un professionista serio e capace potrà risultare utile affidarsi ad Instapro.it, il marketplace che mette in contatto gli utenti con gli esperti e le ditte di settore.

Scorrendo le pagine web di Instapro.it in pochi click è possibile inviare una richiesta ed ottenere nel giro di 24 ore uno o più preventivi fra cui scegliere.

Per raccogliere i pareri di chi ha giù utilizzato il servizio è sufficiente leggere i commenti pubblicati sul sito dagli utenti.





Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2018 alle 10:26 sul giornale del 12 gennaio 2018 - 1131 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQB9





logoEV