Perini: "Sartini e SBC si arrampicano sugli specchi pur di non chiedere scusa"

maurizio perini 03/01/2018 - Sartini e i suoi si stanno arrampicando sugli specchi anziché chiedermi scusa per affermazioni dimostratesi false.

Preso atto che la fantomatica partita di calcetto a causa della quale mi sarei riassentato dal Consiglio non c’è mai stata, ora tirano fuori la storia della tessera e della registrazione.
1) Del mio ritardo avevo già avvisato chi di competenza.
2) Dopo essere arrivato mi sono appartato con la Consigliera Angeletti per discutere di una questione politica di enorme importanza. 3) Ho ricevuto una telefonata che mi ha costretto ad allontanarmi di nuovo, senza consentirmi di ritornare in aula. Per questo la tessera è rimasta lì.

Tanto devo. Credo sinceramente che questa pantomima sia durata sin troppo. Traggano i lettori le proprie conclusioni, anche quelli che simpaticamente hanno scritto sui social che “mi dovrei fare la doccia con l’acido” o che “ devo stare attento a girare per la città”. Le traggano anche Sartini e i suoi, perché con la reputazione delle persone non si scherza ed io non lo consento. Non più. Voglio dire GRAZIE agli AMICI che in queste ore hanno manifestato la loro vicinanza a me e alla mia famiglia. Tranquilli, non molliamo. Abbiamo ancora tanto da fare e queste cose non ci rallentano né ci spaventano.


da Maurizio Perini
consigliere comunale Progetto in Comune
 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2018 alle 15:07 sul giornale del 04 gennaio 2018 - 2375 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio perini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQm1





logoEV