Capodanno di bagordi: due in coma etilico, una patente ritirata

01/01/2018 - Capodanno all'insegna del divertimento e della musica in tutto il centro storico. E la festa, come da tradizione, è finita male per qualche alticcio che non resistito ai richiami dell'alcol. Il piano per la sicurezza e l'ordine pubblico insieme alle misure antiterrorismo hanno dato il risultato sperato.

In piazza del Duca si sono ritrovati in migliaia per assistere alla Gran Festa di Capodanno, per ballare e brindare al nuovo anno. Piazza del Duca è stata “blindata” con i blocchi di cemento per impedire gli accessi all'area pedonale in tutte le vie e varchi. Contemporaneamente sono stati lasciati corridoi di sicurezza per garantire un eventuale deflusso in caso di emergenza dalla piazza. Ingenti le misure di sicurezza che erano state predisposte alla vigilia del Capodanno dal Comune in coordinamento con la Prefettura. In particolare, posti di blocco delle forze dell'ordine e dalla Polizia sono stati posizionati ai varchi di accesso e i controlli si sono svolti senza problemi.

In base all'ordinanza del comune, è stato vietato l'ingresso in tutta la vasta area pedonale del centro storico, corso II Giugno, compreso, piazza Saffi, piazza Roma, piazza Manni e piazza del Duca a qualunque tipo di mezzo, biciclette comprese. Nessun ferito anche sul fronte dei famigerati “botti di Capodanno”. In particolare è stato vietato, in tutto il territorio comunale, di “accendere polveri, fuochi artificiali e fare spari”. Misure stringenti anche sul fronte dell'assunzione e consumo di alcol durante la festa in piazza. Una apposita ordinanza del sindaco vietava “la somministrazione, la vendita per asporto e la detenzione di bevande in contenitori di vetro e in lattine nell’area interessata dalla festa dalle ore 22 di domenica 31 dicembre alle ore 2 di lunedì 1° gennaio”. Niente bevande quindi in contenitori di vetro o in bottiglie, per evitare incidenti con i vetri, da parte di bar e locali che utilizzano tavoli esterno o vendono bevande da asporto. Nonostante tutto non sono mancati gli eccessi.

A fine serata l'ambulanza del 118 è dovuta intervenire per soccorre due ragazzi, entrambi maggiorenni, finiti in coma etilico. Se la sono cavata con un breve ricovero in pronto soccorso. I Carabinieri hanno effettuato controlli per tutta la notte lungo le principali arterie stradali e in via Podesti hanno beccato un ubriaco al volante con un tasso alcolemico pari a 1,5.Per lui sono scattati ritiro della patente e della macchina.







Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2018 alle 23:30 sul giornale del 02 gennaio 2018 - 2980 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, polizia stradale, pesaro, controlli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQkv





logoEV
logoEV