Ancona: due appartamenti a luci rosse nel pieno centro storico. A prostituirsi anche un uomo

Prostituzione 15/12/2017 - Scoperte case del sesso nel pieno centro storico ad Ancona. La Squadra Mobile indaga e finiscono nei guai i proprietari dei due immobili. A prostituirsi anche un uomo. La notizia arriva pochi giorni dopo la scoperta di un albergo a luci rosse a Numana.

Hanno fatto irruzione nelle ultime ore in due abitazioni del centro storico, una in via Dalmazia nei pressi della stazione ed un'altra in via Cupramontana, gli uomini della squadra Mobile diretti da Carlo Pinto scoprendo un giro illecito di prostituzione. E' così che a finire deferiti alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona sono stati i responsabili. A prostituirsi una peruviana di 35 anni, poi denunciata anche per soggiorno illegale nel territorio italiano, e un italiano, trovati entrambi nella prima abitazione del centro storico. Mentre una dominicana di 25 anni veniva trovata nel secondo appartamento sempre in pieno centro.

Gli investigatori della Polizia di Stato, appartenenti ad una speciale Sezione della Squadra Mobile, un tempo veniva chiamata “Buoncostume”, hanno fatto ingresso nelle abitazioni con un escamotage. Si sono finti clienti e dopo aver fissato una appuntamento con le prostitute, grazie ad inserzioni su internet, si sono fatti trovare nel luogo e nell'ora stabiliti. Ma ad attenderli non un cliente, ma un poliziotto.

E' così che dopo essersi qualificati i poliziotti della Questura di Ancona hanno attinto tutte le necessarie prove all'interno degli appartamenti e, successivamente, hanno accompagnato le prostitute in questura per il fotosegnalamento e la redazione dei verbali. Per coloro che hanno messo a disposizione gli appartamenti dove si praticava la prostituzione, sono scattate le denunce per favoreggiamento della prostituzione come previsto dalla Legge Merlin. In uno degli appartamenti gli agenti hanno trovato anche un uomo anziano sulla settantina che si prostituiva indossando abiti da donna e che si trovava nella sua casa agli arresti domiciliari. Le prestazioni, a basso costo, arrivavano fino ad un centinaio di euro.

Solo pochi giorni fa la scoperta di un albergo a luci rosse a Marcelli di Numana, questa volta da parte dei Carabinieri, che ha messo nei guai l'albergatore e ha permesso di arrivare ad una lunga lista di clienti facoltosi: noti dottori, avvocati e imprenditori anconetani. Nel caso dei due appartamenti dorici si trattava di una clientela fissa e tra questi anche uomini di famiglia.







Questo è un articolo pubblicato il 15-12-2017 alle 17:23 sul giornale del 16 dicembre 2017 - 2033 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, sesso a pagamento, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, appantamenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPVI





logoEV